"Ghost wine", scatta la confisca per 10 milioni di litri di vino adulterato

lunedì 20 gennaio 2020

Nell’ambito degli accertamenti eseguiti a margine dell’operazione che sgominò tre associazioni a delinquere che commerciavano vino adulterato, disposta la confisca di 89 contenitori di vino con all’interno circa 10milioni di litri.

Dieci milioni di litri di vino adulterato, confiscati su disposizione dell’Autorità giudiziaria nel Salento: ad eseguire la confisca, nell’ambito dell’operazione “Ghost wine” sono stati i Nas di Lecce, unitamente al personale dell’Ispettorato Repressione Frodi (ICQRF).

Il decreto, nello specifico, ha portato al sequestro di 89 contenitori di varia capacità, all’interno dei quali erano custoditi 10.000.000 litri di prodotto vinoso, già interessati da sequestro amministrativo e adesso destinati alla confisca.

L’attività, eseguita dai carabinieri, come detto, rientra nell’ambito degli accertamenti eseguiti a margine dell’operazione “Ghost Wine”, durante la quale il Nas leccese sgominò tre associazioni a delinquere che commerciavano un prodotto vinoso a basso costo, spacciandolo come bevanda di qualità o addirittura biologica, Doc e Igt.

Altri articoli di "Cronaca"
Cronaca
23/02/2020
Il drammatico incidente è avvenuto in queste ore ...
Cronaca
23/02/2020
Esito negativo dai test effettuati su due ragazzi baresi, ...
Cronaca
23/02/2020
Arriva anche il commento della società salentina ...
Cronaca
23/02/2020
L'azione violenta è stata rapidissima e sembra fosse ...
Mascherine consigliate ai medici del pronto soccorso leccese anche nei casi asintomatici. Dubbi sulla trasmissione ...
clicca qui