Giorgia, rigetto ancora in corso: infiammate anche le vene

sabato 18 gennaio 2020

"Le sue vene non sono mai state buone - racconta la mamma sulla pagina Facebook Aiutiamo Giorgia - ormai per inserire aghi nel suo braccio arriva un teem specializzato".

Il rigetto resta in corso per la piccola Giorgia Pagano, la bimba salentina affetta dalla rara Sindrome di Berdon e ricoverata a Pittsburgh, dove ha subito un complicato trapianto multiorgano. La sua situazione e ancora molto instabile, l'intestino ha ricominciato a sanguinare ed è tornata anche la febbre è tornata. A complicare la situazione anche le vene che hanno iniziato a infiammarsi e rompersi. "Non sono mai state buone - racconta la mamma sulla pagina Facebook 'Aiutiamo Giorgia' - ormai per inserire aghi nel suo braccio arriva un teem specializzato in vene (IV Teem) e con buone apparecchiature riescono a trovare le vene migliori evitando di bucare a caso. Le sue mani e braccia sono ormai lividose..mi spezza il cuore vederla cosi..ma non glielo faccio notare e faccio la scema cercando di farla sorridere..ma non sempre funziona". 
Intanto i medici proseguono con la pesante terapia immunosoppressiva.

Altri articoli di "Cronaca"
Cronaca
27/02/2020
Si allarga l’infezione in Puglia: i risultati ...
Cronaca
27/02/2020
Maria Lucia vive in isolamento insieme al marito e alla ...
Cronaca
27/02/2020
Il sindaco di Taranto davanti alle nuove emissioni ...
Cronaca
27/02/2020
Operazione dei militari della Guardia costiera di ...
La tragica esperienza del “collasso esistenziale” può capitare a tutti. La depressione ha più ...
clicca qui