Scatenano spericolato inseguimento per sfuggire ai carabinieri: trovati con auto rubata

venerdì 17 gennaio 2020

Alla vista dei militari, fuggono, e innescano spericolato inseguimento, terminato in un casolare di campagna dove c’era un’auto rubata: un arresto e due denunce, a Brindisi, nelle scorse ore.

In manette un 41enne del posto, Antimo Libardo, per resistenza a pubblico ufficiale e ricettazione; denunciati invece un 52enne di Brindisi, per favoreggiamento personale e ricettazione in concorso, e un 34enne di Mesagne, per favoreggiamento personale.

In particolare, intorno alle ore 14.15 di ieri, nella zona di Tuturano di Brindisi, il 41enne, arrestato, e il 34enne denunciato, sono stati sorpresi dai militari all’interno di locali di una masseria, dandosi alla fuga con una Fiat Punto, risultata intestata alla moglie del 52enne denunciato.

Al termine di un inseguimento, i due sono stati bloccati e i militari hanno appurato che nei locali della masseria da cui i predetti si sono dati alla fuga, vi era un’autovettura, Alfa Romeo Giulietta, rubata a Lecce il 14 gennaio 2020.

All’interno dell’autovettura adoperata per la fuga sono stati rinvenuti dispositivi elettronici per l’avviamento di veicoli e di grimaldelli, tutti di proprietà del 34enne, adoperati dallo stesso per movimentare il veicolo rubato.

Il 52enne, avendo fornito supporto all’uomo arrestato, con la concessione dell’auto per la fuga, nonché i locali della masseria presso cui lo stesso è impiegato quale operaio, è stato denunciato per favoreggiamento. Entrambi i veicoli e tutto il materiale rinvenuto sono stati sottoposti a sequestro e l’arrestato, al termine delle formalità di rito, è stato posto ai domiciliari. 

Altri articoli di "Lecce"
Lecce
22/02/2020
Insieme a UGO per supportare la fragilità e ...
Lecce
22/02/2020
Il progetto sarà finanziato con fondi ...
Lecce
21/02/2020
Il convoglio fermo nella stazione ferroviaria di Lecce. Il treno Frecciargento ...
Lecce
21/02/2020
L'aggressione durante un colloquio in un istituto superiore ...
Mascherine consigliate ai medici del pronto soccorso leccese anche nei casi asintomatici. Dubbi sulla trasmissione ...
clicca qui