Ancora ore d'ansia per la piccola Giorgia, il rigetto resta in corso

venerdì 17 gennaio 2020

 Le condizioni della piccola restano complicate, a causa del rigetto in corso che resta di grado severo.

Sono ore di ansia queste per le condizioni della piccola Giorgia Pagano, la bimba salentina affetta da sindrome di Berdon e ricoverata negli Stati Uniti, dove ha subito un complicato trapianto multiorgano. Nei giorni scorsi, purtroppo, era iniziata una dolorosa fase di rigetto per la bimba, con perdite di sangue e problemi collaterali.

I medici stanno tentando una nuova terapia per aiutare Giorgia, ma sono ore difficili: la paura più concreta è quella di dover ricorrere alla trasfusione, che potrebbe ulteriormente complicare la situazione già delicata per l’organismo della piccola.

Dalla pagina “Aiutiamo Giorgia”, arrivano aggiornamenti costanti: “L'organismo di Giorgia pare non abbia preso troppo in simpatia il nuovo intestino – si legge in uno degli ultimi post -, il rigetto resta ancora di grado severo e la terapia immunosoppressiva che le danno è molto, molto pesante”. 

Altri articoli di "Lecce"
Lecce
22/02/2020
Insieme a UGO per supportare la fragilità e ...
Lecce
22/02/2020
Il progetto sarà finanziato con fondi ...
Lecce
21/02/2020
Il convoglio fermo nella stazione ferroviaria di Lecce. Il treno Frecciargento ...
Lecce
21/02/2020
L'aggressione durante un colloquio in un istituto superiore ...
Mascherine consigliate ai medici del pronto soccorso leccese anche nei casi asintomatici. Dubbi sulla trasmissione ...
clicca qui