Viabilità e parcheggi nei plessi ospedalieri, firmata la convenzione Asl-Comune

martedì 14 gennaio 2020

La convenzione sarà operativa dal prossimo 20 gennaio: in conferenza stampa tutti i dettagli.

Sarà operativa dal 20 gennaio prossimo la Convenzione sottoscritta tra Comune e ASL di Lecce per il “controllo del traffico nelle aree di pertinenza del Presidio Ospedaliero 'Vito Fazzi' e presso il Poliambulatorio del Distretto socio-sanitario in Piazza Bottazzi”.

La Convenzione avrà la durata di cinque anni e servirà a riportare ordine nelle aree interne dei plessi ospedalieri, di proprietà della Asl ma aperte al pubblico, nelle quali sono frequenti fenomeni di parcheggio selvaggio e vige un generale disordine nella circolazione dei veicoli. Una situazione, aggravata dalla assenza di controlli, che è fonte di ripetuti disagi e provoca talvolta difficoltà alla circolazione dei mezzi di soccorso.

Nel novembre del 2017 la Asl ha chiesto al Comune di Lecce la stipula di una apposita convenzione per regolamentare la viabilità interna ai plessi e permettere alla Polizia Locale di assicurarvi il rispetto del Codice della Strada. La convenzione – sottoscritta nel marzo del 2018 dal sindaco e dall'allora Direttore Generale Narracci – ha richiesto la collaborazione tra gli Enti per la progettazione della viabilità interna ai plessi ospedalieri e per la realizzazione, a carico della Asl, della segnaletica orizzontale e verticale. In queste aree l'accesso sarà riservato ai mezzi di soccorso dell'Ospedale e del 118, ai Vigili del Fuoco, alla Polizia penitenziaria, alle persone con limitate capacità motorie e dializzati, ai dipendenti ASL, ai motocicli.

Il Comune, dal canto suo, ha provveduto al rifacimento della segnaletica nelle aree di sosta all'esterno del plesso ospedaliero Vito Fazzi. L'area più prossima all'ingresso è stata risistemata e munita di parcometri, le cui tariffe sono state determinate in 1,50€ per tutto il giorno o 0,60 centesimi all'ora, con frazione pagamento minimo 30 minuti (30 centesimi). L'area di via Gino Rizzo, anch'essa munita di segnaletica verticale e orizzontale, non sarà sottoposta a tariffazione. In totale i posti auto per la sosta tariffata saranno 202 (Piazza Muratore) e quelli per la sosta libera 350 (Piazza Muratore e via Gino Rizzo). All'esterno del plesso sono stati previsti anche 10 stalli aggiuntivi per i portatori di handicap.

Al fine di implementare ulteriormente la disponibilità di posti auto all'interno del plesso ospedaliero, la Asl ha avviato in questi mesi la procedura di acquisizione di terreni confinanti con l'Ospedale di Lecce, che serve ormai un bacino esteso di territorio e che con l'apertura del nuovo DEA si caratterizzerà sempre più come un grande attrattore da tutta la provincia.

La Convenzione tra Comune e Asl prevede anche il definitivo via libera all'utilizzo del parcheggio Asl di Via Miglietta come area di sosta pubblica non custodita. L'utilizzo sarà concesso prioritariamente dalle ore 15 del sabato o prefestivo, fino alle ore 24 della domenica o festivo. Dal 20 gennaio, dunque, tutte le novità saranno in vigore.

Sulla vicenda interviene il consigliere comunale pentastellato, Arturo Baglivo: “Oggi la nostra amministrazione ha presentato alla stampa il protocollo d’intesa con l’Asl di Lecce. “Le strisce blu nel piazzale dell’Ospedale di Lecce verranno finalmente svelate e gaudium magnum si potrà pagare il ticket” osserva Arturo Baglivo, che continua: “non immaginate che i parcheggiatori abusivi spariranno, perciò preparate qualche spicciolo anche per loro”. Il Consigliere del Movimento 5 Stelle attacca: “mi rendo conto che servono soldi, serve fare cassa per il carrozzone SGM: la scadenza si avvicina e bisogna fare più utili possibile, ma non sulla pelle di chi soffre. Continueremo a combattere perché la voce dei cittadini sia ascoltata e continuiamo a raccogliere le firme per una petizione popolare che impegni l'amministrazione a rimuovere quelle strisce della vergogna. Magari sarebbe stato bello pensare un incremento il trasporto pubblico verso l’Ospedale Vito Fazzi, magari raddoppiando la linea degli autobus che vi arrivano.”

 

“Diciamo ancora una volta con forza no ai balzelli mascherati, soprattutto quando vanno ad incidere  sulle tasche di chi soffre, al Vito Fazzi nessuno ci va per divertimento” conclude Baglivo, anticipando così che continuerà nei prossimi giorni la raccolta firme per opporsi all’iniziativa del Comune.




Altri articoli di "Politica"
Politica
24/01/2020
La capogruppo dei pentastellati si è aggiudicata la ...
Politica
23/01/2020
Il primo cittadino di Racale Donato Metallo dice addio alla ...
Politica
23/01/2020
Una serie di finanziamenti permettono al centro salentino ...
Politica
22/01/2020
Lo stanziamento riguarderà la raccolta, la ...
Il paddle è uno sport simile al tennis in cui le pareti della sala dove si pratica diventano parti integranti ...
clicca qui