Dopo l'esplosione la scoperta: in casa sequestrati 7 kg di polvere pirica. Arrestato 64enne

lunedì 13 gennaio 2020
Il materiale esplodente era utilizzato per fabbricare illegalmente artifici pirotecnici. 

Maneggiava in casa polvere pirica senza autorizzazioni e l'esplosione che ha sventrato la sua casa ieri a Castrì è la prova della pericolosità della sua condotta. E' così dopo alcune ore dalla deflagrazione avvenuta ieri è scattato l'arresto per il proprietario dell'abitazione, Luigi Di Donfrancesco di 64 anni. Secondo le indagini dei carabinieri del nucleo investigativo di Lecce deteneva in casa illegalmente della polvere pirica che utilizzava per fabbricare artifizi pirotecnici: nel corso della perquisizione sono stati rinvenuti e  sequestrati 7 kg di polvere pirica, 5 barattoli contenti circa 200 inneschi per cartucce da fucile da caccia, 21 cartucce cal. 20, 25 metri di artifizi pirotecnici privi di riferimenti produttivi, verosimilmente confezionati in modo artigianale e illegalmente detenuti.

Lo scoppio ha causato la caduta del solaio della sua abitazione ma ha compromesso anche la tenuta delle abitazioni adiacenti tanto che una donna anziana e una coppia di coniugi sono stati costretti a lasciare le proprie case. L'immobile è stato sequestrato in attesa di verifiche strutturali a cura dell' ufficio tecnico comunale mentre l'arrestato, che ha ferite con prognosi di dieci giorni, è stato condotto in carcere

 

Altri articoli di "Cronaca"
Cronaca
23/01/2020
Si tratterebbe di una cantante proveniente da un tour a ...
Cronaca
23/01/2020
Lo scontro in via Mameli, a Martano: dinamica in fase di ...
Cronaca
23/01/2020
I carabinieri hanno stretto il cerchio intorno ad un ...
Cronaca
23/01/2020
Finisce in manette Luca Greco, 48enne di Lecce, arrestato ...
Il paddle è uno sport simile al tennis in cui le pareti della sala dove si pratica diventano parti integranti ...
clicca qui