Il vento flagella il Salento: caduti alberi e pali. A Lecce chiuso il cimitero e Belloluogo

lunedì 6 gennaio 2020

Nella serata di ieri anche una piccola spolverata di nevischio in alcuni centri del Salento.

Decine di interventi dei vigili del fuoco per liberare strade occupate da alberi e pali della luce. È il vento la causa principale delle chiamate ai “caschi rossi” della Provincia da parte di cittadini alle prese con raffiche che hanno raggiunto i 100 km orari. Disagi in vari centri: a Calimera, la caduta di un albero vicino lo svincolo presso la piscina comunale, sulla circonvallazione, aveva bloccato la circolazione.

Nel pomeriggio a Giorgilorio, frazione di Surbo, in via Palmieri un grosso ramo d'albero, ha centrato in pieno una vettura parcheggiata in strada. Ad Arnesano, in via Lecce, un muro di 10 metri è stato abbattuto dall’impetuosità del vento. Stessa sorte per una colonnina per il lavaggio auto danneggiata a Lecce.

Sempre nel capoluogo, i vigili del fuoco sono intervenuti in via Pistoia per tagliare tre alberi pericolanti e in via Carella per la caduta di calcinacci da un palazzo.

Intanto oggi la Villa Comunale, il Parco di Belloluogo, il Campo sportivo Montefusco e il Cimitero Comunale rimarranno chiusi al pubblico, a causa del forte vento.

Altri articoli di "Cronaca"
Cronaca
23/02/2020
Il drammatico incidente è avvenuto in queste ore ...
Cronaca
23/02/2020
Esito negativo dai test effettuati su due ragazzi baresi, ...
Cronaca
23/02/2020
Arriva anche il commento della società salentina ...
Cronaca
23/02/2020
L'azione violenta è stata rapidissima e sembra fosse ...
Mascherine consigliate ai medici del pronto soccorso leccese anche nei casi asintomatici. Dubbi sulla trasmissione ...
clicca qui