Gelo all'Epifania: irruzione artica in arrivo

mercoledì 1 gennaio 2020

 Run dopo run, le proiezioni per la giornata dell'Epifania dei due più prestigiosi modelli di calcolo, l'americano GFS e l'europeo ECMWF, cominciano gradualmente ad allinearsi, dopo le forti e sostanziali discordanze che hanno invece contraddistinto i precedenti aggiornamenti.

La tendenza media mattutina dei due modelli vede quindi una nuova colata di aria fredda artico-marittima in direzione del Mediterraneo proprio in corrispondenza dell'ultima festività natalizia.

Nello specifico, considerando quindi la visione media dei due modelli, al momento possiamo concludere che:

alla quota di riferimento di 850 hPa (circa 1500 metri), sembra probabile un ingresso dell'aria fredda in direzione del Medio Adriatico, e non direttamente sul Salento (figura di sinistra);

alla quota di riferimento di 500 hPa (circa 5000 metri), invece, il nucleo gelido potrebbe attraversare il Salento per poi spingersi ulteriormente verso sud, in direzione dello Ionio meridionale. Ed è proprio qui che notiamo le principali discordanze ancora presenti tra i due modelli di calcolo e riassunte nella figura di destra: l'area gialla a sud della Sicilia indica la zona di maggior discordanza tra i due modelli, con l'europeo che vede un ingresso più ficcante verso sud-ovest e l'americano, invece, leggermente più orientale.

Discordanze che, a loro volta, derivano dalle "aree di incertezza" dislocate in Atlantico e legate all'interazione tra il flusso nord-atlantico e la spinta verso nord dell'Anticiclone delle Azzorre.

Seguiranno aggiornamenti.

Supermeteo

 

Altri articoli di "Meteo"
Meteo
20/02/2020
 Nel corso della giornata odierna il tempo sarà in rapido miglioramento, ...
Meteo
19/02/2020
 Le previsioni del tempo a lunghissimo termine rappresentano ancora una sfida per i ...
Meteo
18/02/2020
Una veloce perturbazione atlantica spezzerà il ...
Meteo
17/02/2020
 l non-inverno 2019-2020 ormai volge mestamente al ...
Il prolasso dell’utero e della vescica è un problema che affligge milioni di donne. Il professor Antonio ...
clicca qui