Scatta il sequestro dei pontili galleggianti a Otranto. Sei persone indagate

venerdì 6 dicembre 2019

Nel pomeriggio di oggi è scattato il sequestro dei pontili galleggianti dopo una controversa vicenda amministrativa e giuridica.

È scattato questo pomeriggio il sequestro dei pontili galleggianti di Otranto, su richiesta del sostituto procuratore della Repubblica di Lecce, Giovanni Gallone. Ad eseguire l’atto i militari della Guardia costiera, che hanno apposto i sigilli alle strutture, dopo una lunga ed annosa vicenda giuridica che ha messo il Comune di Otranto contro la Soprintendenza.

Ci sono anche sei persone indagate per occupazione abusiva del demanio marittimo: si tratta del sindaco, Pierpaolo Cariddi, della giunta comunale (Michele Tenore, Domenica e Donno, Cristina De Benedetto e Lorenzo Bello), oltre al dirigente dell'Ufficio tecnico, Emanuele Maggiulli.
In buona sostanza, è stato contestato all’amministrazione comunale la violazione di quanto stabilito da una sentenza del Consiglio di Stato che aveva bocciato il mantenimento dei pontili galleggianti per più dei sei mesi all’anno, per cui era prevista la loro collocazione da progetto. 

Altri articoli di "Cronaca"
Cronaca
22/01/2020
Scu e giochi illegali: la maxi operazione "Dirty ...
Cronaca
22/01/2020
I due si erano introdotti in una villetta in zona ...
Cronaca
22/01/2020
A dare l’allarme, un’amica di famiglia. ...
Cronaca
22/01/2020
  Costa caro al Lecce lo striscione contro Antonio ...
Continuano a riscuotere successo le nuove ricerche per la cura del cancro: oggi sta facendo parlare moltissimo la ...
clicca qui