Lecce, pistole e cocaina nel garage: zio e nipote in manette

giovedì 5 dicembre 2019
Gli agenti della Questura li seguivano da tempo. Sequestrati anche 670 euro in contanti.

Droga, armi e denaro. Andrea Saponaro e Cristian Salierno di rispettivamente 28 e 36 anni, entrambi leccesi, sono stati arrestati dagli agenti della Squadra Mobile della Questura di Lecce, al termine di una complessa ed articolata attività finalizzata alla repressione dello smercio di sostanze stupefacenti. I due, zio e nipote, sono stati fermati e trovati in possesso di due involucri contenenti complessivamente grammi 10 di cocaina. Appena le condizioni operative lo hanno consentito gli agenti hanno bloccato, nelle immediate adiacenze di un box auto, Salierno e Saponaro, mentre quest'ultimo si accingeva ad abbassare il basculante.

La perquisizione ha condotto al ritrovamento e al sequestro di: 400 grammi di hashish – 94 grammi di hashish suddivisi in 20 dosi – 75 grammi di cocaina – una pistola semi-automatica calibro 9x21 con matricola abrasa, completa di serbatoio 
con 9 cartucce calibro 9x21 – una rivoltella calibro 22 marca VOLCANIC modello V22 – la somma di 670 euro in banconote di vario taglio – e materiale atto al frazionamento e al confezionamento di singole dosi di droga.
Al termine delle formalità di rito i due sono stati condotti in carcere.
Altri articoli di "Cronaca"
Cronaca
23/02/2020
Il drammatico incidente è avvenuto in queste ore ...
Cronaca
23/02/2020
Esito negativo dai test effettuati su due ragazzi baresi, ...
Cronaca
23/02/2020
Arriva anche il commento della società salentina ...
Cronaca
23/02/2020
L'azione violenta è stata rapidissima e sembra fosse ...
Mascherine consigliate ai medici del pronto soccorso leccese anche nei casi asintomatici. Dubbi sulla trasmissione ...
clicca qui