Ruba le offerte in chiesa e poi urina sull'altare: identificato il responsabile

martedì 19 novembre 2019

Identificato il ladro che, nei giorni scorsi, era riuscito ad entrare nella chiesa madre per rubare. Prima di fuggire via, però, aveva anche urinato sull’altare.

È stato identificato il soggetto che, nei giorni scorsi, si era introdotto nella chiesa madre di Scorrano, “Trasfigurazione del Signore”, riuscendo a sottrarre le offerte dei fedeli, una collana votiva dalla statua della Madonna, e, infine, decidendo di urinare sull’altare, davanti al Crocifisso.

L'uomo era stato immortalato dalle telecamere della chiesa mentre, dopo aver forzato la porta di ingresso, aveva sottratto circa 150 euro in contanti dalla cassetta delle offerte, oltre a rubare una catenina in oro con l'effige della madonna normalmente utilizzata per adornare la statua di santa Domenica, patrona di Scorrano.

Prima di andare via aveva orinato sull'altare principale del luogo di culto.

Le ricerche diramate dai militari magliesi sono state coronate dal successo grazie all’aiuto dei colleghi della compagnia di Tricase che hanno individuato l'uomo ritratto dalle telecamere. Si tratta di R.D., di Gagliano del Capo, 30enne, pregiudicato per reati contro il patrimonio, noto alla locale stazione dei carabinieri. Nel corso del weekend sono state effettuate perquisizioni che hanno consentito di ritrovare la maggior parte della refurtiva, che il 30enne aveva già impegnato presso un compro oro della zona, oltre agli indumenti utilizzati per compiere il furto. I monili, del valore di circa 500 euro, sono stati restituiti al parroco della chiesa madre di Scorrano.

 

 

 
Altri articoli di "Cronaca"
Cronaca
10/12/2019
Operazione della guardia di finanza al largo delle coste ...
Cronaca
10/12/2019
L'episodio questa mattina sulla ...
Cronaca
10/12/2019
 La donna, a cui l’artista era profondamente legato, aveva 96 anni. Lutto ...
Cronaca
10/12/2019
L’aggressione nella serata di ieri a Ceglie ...
Oggi parliamo di una patologia che richiede una diagnosi complessa e che può scatenare persino infiammazioni che ...
clicca qui