Lecce, nuovi interventi per il rifacimento del manto stradale

lunedì 18 novembre 2019

Continuano gli interventi di rifacimento del manto stradale di alcune vie della città interessate dai lavori di potenziamento ed estendimento della rete fognaria a cura di Acquedotto Pugliese.

Dopo le vie Duca degli Abruzzi, M. Bernardini, O. Quarta, Del Delfino, De Viti De Marco, degli Stampacchia, Mantegna, di Tafagnano, Casetti, Martiri d’Otranto, Lombardia e metà carreggiata di via Diaz, altre vie saranno interessate dai lavori già a partire da domani e fino al 25 novembre seguendo il calendario di seguito riportato: Viale Otranto da mercoledì 20 novembre da Viale Don Minzoni a via Orsini del Balzo; a seguire si proseguirà su Via Cavallotti, nel tratto da viale Otranto a  via 95 rgt Fanteria; Viale Lo Re da venerdì 22 novembre da  Marconi fino a fine lavori, a seguire si proseguirà su  Piazza Italia con le traverse Via Bax, Via Renzo, Via Duca degli Abbruzzi.

Al fine di poter effettuare gli interventi di fresatura e successiva bitumazione, nelle vie segnalate saranno vietati il transito e la fermata con rimozione forzata dalle ore 7 alle ore 17.

“Cominciamo la bitumatura di alcune delle più importanti arterie cittadine interessate dai lavori Aqp negli scorsi mesi, che giungeranno, dopo il rifacimento della segnaletica orizzontale, a definitivo ripristino. Invito ancora una volta tutti i cittadini - dichiara l’assessore alla Mobilità, Marco De Matteis - a rispettare i divieti per consentire a chi di dovere di effettuare gli interventi di rifacimento del manto stradale nel periodo concordato. Questo al fine di ridurre al minimo i disagi e di consegnare alla città le strade rimesse a nuovo nei tempi stabiliti”.

 

Altri articoli di "Cronaca"
Cronaca
12/12/2019
I migranti arrivati in Grecia dalla Turchia soggiornavano ...
Cronaca
12/12/2019
    Un servizio coordinato per il controllo ...
Cronaca
12/12/2019
L'operazione "Sestante" ricostruisce le fila del traffico di esseri umani che ...
Cronaca
11/12/2019
Rintracciano il ladro che le aveva sottratto poco prima il ...
La mortalità a causa delle patologie cerebrovascolari è ancora troppo alta, senza contare che sono la ...
clicca qui