Piano riqualificazione viabilità cittadina, partono lavori su 15 vie cittadine

domenica 17 novembre 2019

Partiranno domani i lavori di riqualificazione della viabilità cittadini inseriti nel II Lotto funzionale del Piano Triennale delle Opere Pubbliche.

Completati i lavori del I Lotto - che hanno interessato 15 importanti vie della città (le vie L. Pasteur, Acquaviva, P. Stomeo, M. Bellisario, Vecchia Cavallino, G. Cavalcanti, via Borromini, via D. Personé, via F. Rigliaco, via S. Mercadante, via P. Cafaro, via T. Di Lampedusa, Flumendosa, Scrivia, Biferno) - da lunedì si darà avvio al II Lotto che interesserà tre importanti arterie di Lecce: via Camassa, via Giammatteo e viale della Libertà.

E sarà via Camassa la prima via interessata dagli interventi di rifacimento del manto stradale e della segnaletica stradale orizzontale e verticale.

“Anni di mancata manutenzione - dichiara il vicesindaco e assessore ai Lavori pubblici, Alessandro Delli Noci - hanno portato ad una condizione precaria della viabilità cittadina in termini di decoro e di sicurezza stradale. Siamo al lavoro e, sia attraverso un attento monitoraggio del settore Lavori Pubblici sia attraverso le segnalazioni dei cittadini, stiamo continuando a stilare un elenco delle vie che necessitano di un totale rifacimento del manto stradale. Questo secondo Lotto ci permetterà di riqualificare 3 importanti arterie cittadini particolarmente trafficate. Concluso anche questo II Lotto ci concentreremo sui prossimi interventi in base ad un elenco di priorità e urgenze. In questi giorni inoltre stiamo procedendo al ripristino di alcune strade che, a causa delle copiose piogge, risultano particolarmente dissestate”.

Altri articoli di "Lecce"
Lecce
11/12/2019
Paura a bordo e un ritardo di nove ore per il decollo ...
Lecce
11/12/2019
Debutta lunedì 16 dicembre un nuovo treno per la ...
Lecce
11/12/2019
In una nota della società di via Costadura annunciata l’acquisizione ...
Lecce
11/12/2019
Due le iniziative presentate oggi: l’arcivescovo ...
La mortalità a causa delle patologie cerebrovascolari è ancora troppo alta, senza contare che sono la ...
clicca qui