Frata, domenica in campo contro la violenza sulle donne

venerdì 15 novembre 2019

Il club del patron Durante e del presidente Marra sposa l'opera di sensibilizzazione della LNP e con l'iniziativa "Posto occupato" ricorda le donne vittime di abusi di ogni genere.

Un gesto concreto dedicato a tutte le donne vittime di violenza. Domenica 17 novembre, in occasione della gara interna contro Avellino (palla a due alle ore 18:00), valida per il 9° turno di Serie B girone D, la Frata Nardò sostiene l'iniziativa "Posto occupato", che vede come promotori Antonietta Martignano e Pasquale Alfieri, che a loro volta hanno preso spunto dall'idea di Maria Andaloro.

Dopo l'esecuzione dell'inno nazionale, il patron Carlo Durante poserà un mazzo di rose su un posto della tribuna centrale del Pala "Andrea Pasca" idealmente riservato a ciascuna di quelle donne che, prima che un marito, un ex, un amante o uno sconosciuto decidesse di porre fine alla loro vita, occupavano un posto a teatro, a scuola, allo stadio, nella società. Tutti i tifosi, poi, solleveranno un cartoncino rosso, arrecante la scritta "NO", per schierarsi apertamente contro la violenza sulle donne.

Proprio domenica, infatti, la Lega Nazionale Pallacanestro promuove su tutti i campi #noviolenzacontroledonne per sensibilizzare contro la violenza di genere e diffondere una cultura a sostegno dei diritti della persona e del rispetto delle donne, con la convinzione che il basket possa essere un importante veicolo di comunicazione sociale. Convinzione condivisa anche da tutto il movimento della Pallacanestro "Andrea Pasca" Nardò.

Fonte: Area comunicazione.

 

 

Altri articoli di "Società"
Società
10/12/2019
Arriva nel weekend treni più rapidi per Roma con una ...
Società
10/12/2019
 La donna, a cui l’artista era profondamente legato, aveva 96 anni. Lutto ...
Società
10/12/2019
Iniziativa nel centro storico di Lecce organizzata dal ...
Società
07/12/2019
Il sacerdote, parroco nella comunità di Mater Ecclesiae a Castromediano, era da ...
Oggi parliamo di una patologia che richiede una diagnosi complessa e che può scatenare persino infiammazioni che ...
clicca qui