Controlli a tappeto della polizia, multa da mille euro a centro scommesse

mercoledì 13 novembre 2019
Le verifiche hanno interessato anche esercizi commerciali e zone sensibili della città. 

Servizi straordinari di controllo in città da parte della Polizia di Stato nelle zone maggiormente esposte a fenomeni di immigrazione clandestina nella Stazione Ferroviaria di Lecce, nel Centro Storico, presso la Villa Comunale, in Piazzetta Santa Chiara, nel Piazzale Rudiae e zone limitrofe.

I posti di controllo sono stati effettuati prevalentemente dagli equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine con il supporto di equipaggi della Squadra Mobile, della Divisione Immigrazione e della Polizia Scientifica e, per i controlli nella Stazione Ferroviaria e nel piazzale antistante, da personale della Polfer.

Un giovane 31enne leccese, controllato in piazzetta De Cristoforis, è stato “pizzicato” con 1 grammo di hashish e per tale motivo è stato segnalato al Prefetto per uso non terapeutico di sostanza stupefacente e gli è stata ritirata la patente, come previsto dalla norma.

Nel corso del servizio, personale della Divisione Polizia Amministrativa e Sociale e della Polizia Locale, ha sottoposto ad accertamento amministrativo un esercizio commerciale di proprietà di un cittadino cingalese di 42 anni in via Reale angolo via Di Vereto. Nel corso del controllo è emerso che in un frigo a pozzetto erano stati conservati promiscuamente alimenti di origine animale e dolciari, violando, di fatto, le norme per la conservazioni degli alimenti. Motivo per il quale, la merce contenuta nel frigo è stata sottoposta a sequestro e affidata allo stesso proprietario a cui sarà contestata la relativa sanzione amministrativa da parte della Polizia Locale.

Anche questa settimana, la stessa area è stata sottoposta ai controlli straordinari da parte di un dispositivo formato da agenti delle diverse articolazioni della Questura di Lecce (Reparto Prevenzione Crimine, Squadra mobile, Divisione Polizia Amministrativa e Sociale) e della Polizia Locale.

Oltre i controlli di routine nelle zone interessate dai fenomeni di immigrazione clandestina, spaccio e prostituzione, sono stati effettuati accertamenti di natura amministrativa presso alcuni esercizi in città.

In viale dell’Università, i poliziotti hanno proceduto al controllo di un esercizio pubblico di proprietà di un cittadino pakistano di 31 anni rilevando regolarità e rispetto delle norme, sia del proprietario che del banconista, anche lui pakistano che dei tre avventori, tutti stranieri, in regole con la normativa per soggiorno in Italia.

In via del Tufo è emerso che il suolo pubblico occupato era superiore a quello indicato nella licenza ed il locale era sprovvisto di SCIA sanitaria per l’esterno.

In via F. D’Aragona, presso una altro esercizio pubblico di proprietà di una 54enne della provincia, personale della Polizia Locale ha contestato la mancanza della licenza fiscale per la vendita di superalcolici.

Nell’ambito di tali controlli è stato notificato un verbale di illecito amministrativo di 1.032 euro ad una donna di 42 anni, titolare di un punto raccolta scommesse per aver violato la normativa relativa alle autorizzazioni di Polizia previste dal TULPS.

Altri articoli di "Cronaca"
Cronaca
12/12/2019
I migranti arrivati in Grecia dalla Turchia soggiornavano ...
Cronaca
12/12/2019
Indagini in corso per risalire ai responsabili dei danni al ...
Cronaca
12/12/2019
Un servizio coordinato per il controllo della circolazione ...
Cronaca
12/12/2019
L'operazione "Sestante" ricostruisce le fila del traffico di esseri umani che ...
La mortalità a causa delle patologie cerebrovascolari è ancora troppo alta, senza contare che sono la ...
clicca qui