Nasce l’ospedale del Sud Salento: un baluardo contro i viaggi della speranza

venerdì 8 novembre 2019

Presentato il progetto del nuovo nosocomio, alla presenza del presidente della Regione, Michele Emiliano: nascerà nella zona industriale tra Maglie e Melpignano entro i prossimi sette anni.

È stato presentato in via ufficiale questo pomeriggio: il nuovo ospedale del Sud Salento sarà pronto entro i prossimi sette anni. La comunicazione durante il consiglio comunale aperto tenutosi a Maglie alla presenza del presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, del direttore generale della Asl, Rodolfo Rollo, dei sindaci di Maglie Ernesto Toma e di Melpignano, Ivan Stomeo dell’eurodeputato Andrea Caroppo, dei consiglieri regionali Cristian Casili e Tony Trevisi (M5s), Sergio Blasi (Pd), del presidente della Provincia, Stefano Minerva e degli architetti dello studio Cucinella, vincitori del bando.

Un progetto ambizioso che cambierà la faccia della sanità salentina, con un investimento di 142 milioni di euro, a cui si aggiungeranno altri 3 milioni donati dalla famiglia Carrapa.

Il presidente Michele Emiliano ha voluto sottolineare i passi avanti fatti dalla sanità pugliese certificata da tutti i parametri di rilevazione della sanità: “Pur avendo 15mila addetti in meno dell’Emilia Romagna abbiamo fatto un balzo rilevante nell’offerta delle cure, e con il nuovo ospedale faremo un ulteriore avanzamento”.

Il sindaco Ernesto Toma ha ribadito l’orgoglio del territorio, chiedendo però di fare presto, abbassando i tempi della realizzazione finale. Stessa considerazione da parte del sindaco Ivan Stomeo, felice per la scelta della localizzazione del nuovo nosocomio.

Tutti hanno ribadito la necessità di non poter mantenere ancora i vecchi presidi territoriali, di Galatina, Scorrano e Poggiardo che, nei progetti della Asl, saranno presto riconvertiti. La struttura sarà riferimento di un territorio comprendente 43 comuni e di un bacino d’utenza di 209mila abitanti. Ad aggiudicarsi la gara bandita dalla Asl di Lecce per lo studio di fattibilità, lo studio Mario Cucinella Architects, insieme ad Aicom, Rina Consulting, GAe Engineering, Enzo Rizzato e con la consulenza di Mic - Mobility in Chain che hanno studiato il progetto con aree verdi e cavedi per dare una nuova visione dell’ospitalità.

 

 

Altri articoli di "Sanità"
Sanità
18/11/2019
La circostanza lamentata da una mamma in diretta ...
Sanità
13/11/2019
Appuntamento alle 18 presso Arthotel & Park a ...
Sanità
09/11/2019
Saranno presenti in questa iniziativa benefica, nata per ...
Sanità
23/10/2019
Una donazione che si inserisce all’interno delle ...
L’incapacità di “mentalizzare” gli stati d’animo emotivi dell’altra persona ...
clicca qui