Multe agli "sporcaccioni", Minerva: "Basta dare la colpa ai turisti, sono tutti gallipolini"

venerdì 8 novembre 2019

Il commento amaro del sindaco di Gallipoli sull'abbandono senza sosta di rifiuti in strada. 

La caccia agli sporcaccioni che scambiano aiuole e zone incolte come personali discariche non conosce sosta. I Comuni per stanarli hanno installato in molte zone le cosiddette “fototrappole” e finalmente le multe iniziano a fioccare. Così accade a Gallipoli e il sindaco Stefano Minerva ha voluto pubblicare lo scatto d due “sporcaccioni” ripresi dalle telecamere, con un commento amaro:

“Mi domando se la pecca principale sia la mancanza di civiltà o la mancanza di furbizia. Siamo nuovamente di fronte alle numerose testimonianze date dalle fototrappole dislocate nei vari punti della città. Un lavoro reso possibile grazie alla Polizia Municipale che, con estrema dedizione, persegue questo obiettivo anche al di fuori dell’orario lavorativo.

Abbiamo una missione, nei mesi scorsi abbondantemente enunciata su tutti i canali a nostra disposizione: qualcuno ha forse interpretato le nostre come parole al vento; ma è spiacevole vedere poi che, nonostante tutto, ognuno continui a vivere nel proprio mondo fatto di indifferenza.

Siamo ancora qui, di nuovo, a denunciare con le immagini quanto accade in una città tradita dai suoi stessi abitanti e non intendo più dar conto ad affermazioni come “la colpa è dei turisti”. Ogni verbale notificato ha un nome, un cognome e una residenza gallipolina. Questo mi ferisce, come ferisce duramente l’immagine della città. Con gli assessori e l’intera squadra continueremo a smascherare l’inciviltà. L’ho detto e lo ribadisco con forza: siamo stanchi di vedere gli sforzi di molti vanificati per la stupidaggine di alcuni”.

Altri articoli di "Ambiente"
Ambiente
17/02/2020
Due persone denunciate, tra Salve e Melendugno. I ...
Ambiente
16/02/2020
Il consigliere regionale ha presentato una mozione per ...
Ambiente
14/02/2020
Il ricorso della Regione Puglia contro le concessioni ...
Ambiente
13/02/2020
Cia Puglia: "Situazione grave in tutte le province, dal nord al sud della ...
Si chiama roncopatia, un respiro pesante e rumoroso mentre si dorme: è un disturbo respiratorio del sonno ...
clicca qui