Torna Agrogepaciok: gusto e bontà nella fiera per i golosi

giovedì 7 novembre 2019

Dal 9 al 13 novembre a Lecce Fiere l’appuntamento arrivata alla quattordicesima edizione: oggi la presentazione del programma. Novità la giornata dedicata alla cucina giapponese con i maestri Hisao Yabe e Katsuhide Saito.

Cinque giornate all’insegna di gusto, qualità e innovazione in compagnia di chef stellati e grandi maestri dell’arte dolciaria. Dal 9 al 13 novembre, nel quartiere fieristico di Lecce, in piazza Palio, va in scena la quattordicesima edizione di “Agrogepaciok”, Salone nazionale della gelateria, pasticceria, cioccolateria e dell’artigianato agroalimentare organizzato dall’agenzia Eventi Marketing & Communication di Carmine Notaro.

Una fiera molto attesa dagli operatori del settore, ma anche dagli appassionati, interessati a conoscere le ultime tendenze e innovazioni (dalle materie prime alle attrezzature e accessori), testare nuovi prodotti e confrontarsi con i più rinomati maestri ed esperti nei settori del dolciario artigianale, gelateria, caffetteria, pizzeria, panificazione e ristorazione.

Presentato da Camera di Commercio, Confartigianato Imprese, Confcommercio, Confindustria, Confesercenti, Cna e Coldiretti di Lecce, il Salone è organizzato da Eventi Marketing & Communication con il patrocinio del Ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali, Provincia e Comune di Lecce, con il contributo della Regione Puglia – Dipartimento agricoltura, sviluppo rurale ed ambientale - e con l’attiva collaborazione dell’Associazione Pasticceri Salentini di Confartigianato, dell’Associazione Cuochi Lecce aderente a Fic (Federazione italiana cuochi) e dei Maestri pizzaioli gourmet salentini (Mpgs) di Confcommercio Lecce. Media partner è la rivista Pasticceria Internazionale, punto d’incontro dei professionisti del settore sin dal 1978.

Il ricco programma di quest'anno è stato presentato come di consueto nella sala consiliare della Camera di Commercio di Lecce, nel corso di una "golosa" conferenza stampa alla quale hanno partecipato, tra gli altri, Alfredo Prete, presidente Camera di Commercio, Stefania Mandurino per la Regione Puglia, Alessandro Delli Noci, vice sindaco di Lecce, Luigi Derniolo, presidente Confartigianato Imprese Lecce; Federico Pastore, direttore Confcommercio Lecce, Maurizio Zecca, presidente Sezione Industrie Alimentari di Confindustria Lecce; Danila Montinari del gruppo Aligros e vice presidente di Tria Corda Onlus; Giuseppe Zippo, coordinatore Forum Pasticceria a cura dell’Associazione Pasticceri Salentini di Confartigianato Imprese Lecce; Donato Micaletto, presidente Associazione Cuochi Lecce Fic; Marco Paladini, gruppo Maestri Pizzaioli Gourmet Salentini (MPGS) di Confcommercio Lecce; Carmine Notaro, organizzatore, titolare dell’agenzia Eventi Marketing & Communication.

«Ciò che accade ad Agrogepaciok è uno stimolo e una sfida per i nostri professionisti, ma anche per i tanti giovani che si avvicinano a questi settori», ha detto l’organizzatore Carmine Notaro. «Quest’anno – sottolinea - abbiamo un parterre di ospiti internazionali, giovani eccellenze nel mondo della cucina e della pasticceria, ma non solo. Puntiamo sempre più in alto, con l’obiettivo di offrire opportunità di formazione uniche per i nostri operatori, presentare le ultime novità, interfacciare domanda e offerta e promuovere le nostre eccellenze per far crescere l’intero territorio». Un pizzico di emozione per Alfredo Prete, presidente della Camera di Commercio di Lecce: «Questa fiera è nata con l’inizio del mio mandato e oggi è l’ultima volta che presenzio, da presidente della Camera di commercio, a questa bellissima conferenza stampa», ha detto. «L’ho vista crescere moltissimo, siamo passati da Galatina a Lecce – ha poi ricordato - e oggi gli spazi di Lecce Fiere sono veramente stretti per Agrogepaciok, a dimostrazione del grande interesse che suscita non solo negli operatori ma anche nei tanti imprenditori che scelgono questa fiera per presentare i loro prodotti e servizi. È una fiera completa, perché unisce il business alla formazione e ha ancora ampi margini di crescita, per questo auguro a chi verrà dopo di me di saper preservare questa importante eredità». Per la Regione Puglia è intervenuta Stefania Mandurino a sottolineare come Agrogepaciok non sia una semplice fiera, ma «un evento che valorizza le aziende e qualifica gli operatori che nel settore culinario ed enogastronomico sono importantissimi, oltre a generare un indotto notevole per il territorio, non solo in termini di presenze alberghiere».

Per il Comune di Lecce ha preso infine la parola il vice sindaco Alessandro Delli Noci: «La cucina e l’agroalimentare più in generale sono nel nostro Dna – ha sottolineato - e noi dobbiamo essere in grado di valorizzarli. Il Salento in questi anni ha fatto grandi passi in avanti in questi settori, si è generata una filiera importantissima che è oggi al centro dei riflettori grazie anche alla fiera Agrogepaciok, della quale come città siamo veramente orgogliosi».

 

IL SALONE

Sono più di 400 i marchi ospiti della fiera, un variegato parco espositori che attira ogni anno operatori, buyer e addetti ai lavori da tutta l’Italia interessati a “far volare il proprio business”, come recita lo slogan della 14esima edizione. Accanto all’area espositiva di ben 10mila metri quadri, Agrogepaciok propone un programma ricco di appuntamenti e oltre 200 ore di alta formazione tra laboratori in diretta, showcooking, workshop e competizioni che si svolgeranno nei quattro Forum dedicati a Cucina, Pasticceria, Panificazione e Pizzeria: dalle “Olimpiadi del gelato mediterraneo” al concorso “Dolci talenti” rivolto a studenti e pasticceri under 25, dal contest “Birrangolo” organizzato in collaborazione con MomoLab e giunto alla sesta edizione al Premio “Andrea Ascalone” per il miglior pasticciotto. Novità di questa edizione, il concorso “Panino d’autore” organizzato in collaborazione con Isolp, Edna e Ham, che vedrà i concorrenti sfidarsi nella preparazione di un panino-gourmet con hamburger di carne e di uno vegetariano.

OSPITI E PROGRAMMA

Le passate edizioni del Salone hanno visto protagonisti chef pluristellati come Carlo Cracco, Heinz Beck, Bruno Barbieri, Gianfranco Vissani, Gennaro Esposito, Filippo La Mantia, Gregory Nalon, Antonella Ricci, Fabio Baldassarre, Paolo Barrale, Pietro D’Agostino, Giorgio Nardelli, Ernst Knam, Claudio Sadler, Moreno Cedroni e, nel 2018, Cristina Bowerman.

Per la XIV edizione, ospite d’eccezione nel Forum di Cucina a cura dell’Associazione Cuochi Lecce-Fic guidata da Donato Micaletto, sarà Massimiliano (Max) Mascia, chef 2 stelle Michelin del ristorante San Domenico di Imola, che terrà uno showcooking nella giornata di mercoledì 13 novembre, con il coordinamento dello chef Franco Tornese, affiancato da Luca Sabetta, Cosimo Russo, Simone De Siato, Ivan Bruno e Marco Silvestro. Le materie prime sono indiscusse protagoniste dell’idea di cucina dello chef Mascia che oggi rappresenta la nuova generazione del San Domenico e unisce all’amore per la tradizione gastronomica italiana la ricerca di sapori innovativi che celebrano la stagionalità di ogni singolo ingrediente.

Sempre nel Forum di Cucina, si terranno corsi di sculture vegetali a cura dello chef Donato Micaletto, lezioni dimostrative di finger food con lo chef Simone De Siato e una dimostrazione di preparazione di piatti tipici salentini con pasta fresca a cura del team Lady Chef dell’Associazione Cuochi Lecce Fic, capitanato da Annamaria De Rinaldis.

Novità assoluta è invece la Giornata dedicata alla cucina giapponese, lunedì 11 novembre, con i maestri Hisao Yabe e Katsuhide Saito, entrambi importatori di prodotti italiani (salentini in particolare) da oltre 20 anni: il primo è titolare del ristorante “Ginza Yabe” in una delle zone più rinomate di Tokyo e conosciuto per la sua soba, nonché membro della Japan Association Gastronomy; il secondo è titolare dell’osteria “Vincerò” a Tokyo, consulente e fornitore di prodotti italiani in Giappone, ama contaminare la cucina giapponese con prodotti italiani di qualità, principalmente del territorio salentino. Soba, sashimi, shabu shabu e altri piatti della tradizione giapponese saranno preparati e degustati in diretta e saranno poi rivisitati dagli chef Marco Silvestro, Ivan Bruno e Simone De Siato.

Nel Forum di Pasticceria, coordinato dal maestro Giuseppe Zippo con l’Associazione Pasticceri Salentini di Confartigianato Imprese Lecce, arriverà invece il giovane Team italiano vincitore della medaglia di bronzo alla Coupe du Monde de la Pâtisserie - Lione 2019, formato da Andrea Restuccia, Mattia Cortinovis e Lorenzo Puca insieme al loro allenatore Alessandro Dalmasso. Martedì 12 novembre, realizzeranno in diretta una pièce in zucchero artistico e dessert vegani tra cui il loro ormai famoso “Fiore degli abissi”. Fra gli altri appuntamenti in programma, la lezione dimostrativa sul “pastigliaggio”, mercoledì 13, con il maestro Marco Andronico e la demo sui macaron a cura della maestra pasticcera Antonella Biasco (domenica 10).

Nel Forum di Panificazione, a cura del maestro Angelo della Bona, tecnico Polin, si terranno ogni giorno laboratori in diretta con degustazione di pan dolce e focacce dolci, panini di pezzatura 500g in varie tipologie, zoccoletti farciti, pizza e focaccia, ciabatte con l’utilizzo tre tipi di farine, grissini e preparazione impasti.

Mentre nel Forum di Pizzeria, coordinato da Marco Paladini con il gruppo Maestri Pizzaioli Gourmet salentini (Mpgs) di Confcommercio Lecce, l’attenzione sarà focalizzata sulle “3 B del Mangiare la pizza: mangiare Bene, mangiare una Buona pizza e mangiare una Bella pizza”. In programma corsi, dimostrazioni e degustazioni di pizza e prodotti con farine poco raffinate e più nutrienti, focus su pizza con impasto a grano arso, impasti alternativi, tecniche di conservazione e abbattimento e sul nuovo mercato vegano e vegetariano. Non mancheranno un confronto sui requisiti necessari per presentare una pizza (servizio, competenza e formazione del personale) e un dibattito sull’ingresso del mondo digitale nella ristorazione “Pro e contro della nuova frontiera delle recensioni” (mercoledì 13, ore 10.30).

Anche per questa edizione, inoltre, si rinnova la preziosa collaborazione di Agrogepaciok con gli istituti alberghieri del territorio, grazie alla quale gli studenti hanno la possibilità di essere impegnati in stage formativi all’interno del Salone. Quest’anno saranno presenti gli studenti degli istituti Ipseo “Aldo Moro” di Santa Cesarea Terme, Iiss “Moccia” di Nardò, “Bottazzi” di Ugento e Cnipa Puglia.

EVENTI COLLATERALI

Lunedì 11 novembre, alle 15.30, il Salone ospita un incontro-dibattito su “I Distretti urbani del commercio (Duc) per lo sviluppo del territorio” organizzato da Confcommercio Lecce, Duc, Regione Puglia e Confesercenti Lecce. L’incontro si aprirà con i saluti del sindaco di Lecce Carlo Salvemini, del presidente di Confcommercio Lecce Maurizio Maglio e del presidente di Confesercenti Lecce Luigi Muci. Seguiranno gli interventi di Francesca Zampano, dirigente Sezione attività economiche, artigianali e commerciali della Regione Puglia; Giuseppe Chiarelli, dirigente regionale Confcommercio Puglia; Salvatore Sanghez, direttore regionale Confesercenti Puglia e testimonianze dei sindaci “I Duc si raccontano”. Le conclusioni saranno affidate a Cosimo Borraccino, assessore allo Sviluppo economico della Regione Puglia.

AGROGEPACIOK PER IL SOCIALE

Anche quest’anno Agrogepaciok sposa la solidarietà con una raccolta fondi a sostegno dell’Associazione Tria Corda Onlus per il progetto del Polo pediatrico del Salento. Ogni giorno, dalle 13.30 alle 15 e dalle 17 alle 19, si terranno degustazioni aperte a tutti nei Forum di Cucina, Pasticceria, Panificazione e Pizzeria, il cui ricavato sarà devoluto all’associazione Tria Corda. Non solo. Martedì 12 novembre, presso Ilex Disco & Restaurant a Lizzanello, si terrà anche una cena di beneficenza a sostegno della raccolta fondi per Tria Corda, organizzata da Agrogepaciok, Confcommercio e Confartigianato Imprese Lecce in collaborazione con Associazione Cuochi Salentini, Associazione Pasticceri Salentini e Mpgs, con il sostegno di Ristorante Semiserio, Ilex Disco & Restaurant, Officine Alimentari, Linciano, F&M, Mangiatorella, Kalé Cora (inizio previsto alle ore 21, per info e prenotazioni contattare 0832457864 oppure scrivere a info@agrogepaciok.it).

“Ringrazio Carmine Notaro, gli organizzatori e tutte le aziende partecipanti che hanno dimostrato grandissima sensibilità e attaccamento al territorio scegliendo il progetto di Tria Corda Onlus a favore del Polo Pediatrico del Salento”, dichiara Antonio Aguglia, presidente dell’Associazione Tria Corda Onlus. “In questa fase – spiega - stiamo raccogliendo fondi per attrezzare una sala cinema all’interno del Polo e il ricavato della raccolta di Agrogepaciok sarà destinato proprio a questo progetto. Noi crediamo che, con la nascita del Polo, si possa non solo far crescere la qualità della sanità pediatrica salentina, ma creare anche qui le condizioni per ridurre i viaggi della speranza di tante famiglie, limitando il dramma dello spostamento quando le cure sono rivolte ai bambini. Creare a Lecce una struttura di secondo livello, che garantisca standard qualitativi di eccellenza è imprescindibile per ridurre i disagi di tante famiglie. È, dunque, fondamentale che il progetto venga approvato tra quelli inseriti all’interno del CIS, che non ci siano ulteriori ritardi e, soprattutto, che non si cerchino risorse differenti. Il Polo deve nascere subito perché il nuovo DEA non tarderà a essere inaugurato e subito dopo occorrerà intervenire sulla vecchia struttura del Vito Fazzi e sul secondo piano che dovrà ospitare il Polo Pediatrico del Salento. La scelta del Comune di Lecce di farlo rientrare tra i servizi per l’occupazione, l’inclusione sociale e la lotta alla povertà risponde ad esigenze obiettive del territorio, anche perché può diventare opportunità di occupazione qualificata e, quindi, attrattiva per il personale medico. È una grande occasione da non sprecare ancora una volta e per questo rinnovo l’appello a Comune di Lecce, Asl Lecce e Regione Puglia affinché il progetto ottenga il via libera da Invitalia in tempi rapidi e, comunque, prima della fine dell’anno. La considerazione che arriva anche da tutti gli operatori di Agrogepaciok – conclude -  è una concreta testimonianza che il Salento crede in questo progetto e ha voglia di tornare a sperare in un futuro di sviluppo”.

Il Salone sarà aperto ogni giorno dalle 10 alle 19 (mercoledì chiusura ore 18).

Tutti gli aggiornamenti su www.agrogepaciok.it e sulla pagina Facebook.

Altri articoli di "Enogastronomia"
Enogastronomia
17/11/2019
Il titolare della pasticceria “Le Mille Voglie” ...
Enogastronomia
14/11/2019
È 400 Gradi la migliore pizzeria di tutta la Puglia. ...
Enogastronomia
13/11/2019
Il due stelle Michelin del ristorante San Domenico di ...
Enogastronomia
12/11/2019
Proporrà tre ricette originali: minestra di marroni ...
La MCS è una patologia rara, oscura e difficile da diagnosticare. Fino a qualche anno fa veniva curata in un ...
clicca qui