È più facile arrivare a Bari da Parigi che da Matera: fra nuove tratte e collegamenti a rischio

sabato 9 novembre 2019

Transavia, società low cost olandese inglobata in Air France-KLM, e Aeroporti di Puglia hanno siglato un accordo commerciale che prevede la nascita di un nuovo collegamento diretto dall'aeroporto di Bari allo scalo di Parigi Orly. Si tratta di un'intesa molto importante per lo sviluppo dell'aeroporto pugliese e, in particolare, per il turismo dell'intera regione. Occorre inoltre rimarcare la versatilità dell'operatore Transavia, il quale offre dall'aeroporto parigino di Orly circa 60 destinazioni, incluse diverse località del Mediterraneo.

Quando sarà operativo il nuovo collegamento Bari-Parigi

Il primo volo della nuova tratta Bari-Parigi è in programma per il prossimo 3 aprile 2020. L'accordo stipulato tra il vettore low cost olandese e la società di gestione degli scali aeroportuali pugliesi prevede una frequenza bisettimanale, con le due partenze fissate per i giorni di lunedì e venerdì. Bari-Parigi con Transavia sarà un volo diretto, non essendo previsti scali intermedi.

Quanto costerà il biglietto di un volo diretto Bari-Parigi con Transavia

In molti si domandano quale sarà la tariffa applicata al biglietto del volo diretto Bari-Parigi Orly operato dalla compagnia aerea low cost Transavia. Secondo le prime indiscrezioni, sembrerebbe che il prezzo di partenza del volo che prevede l'arrivo all'aeroporto di Orly è stato fissato a 34€. Una cifra accessibile che consentirà sia ai cittadini della Puglia che, soprattutto, ai turisti francesi di raggiungere la Regione del Sud Italia in maniera più agevole.

Turismo francese in crescita

Uno dei motivi principali che hanno spinto Aeroporti di Puglia a siglare l'intesa con la compagnia aerea Transavia, è l'importante crescita fatta registrare dai turisti di nazionalità francese in termini di arrivi e presenze nella regione Puglia. Soltanto nei primi sei mesi del corrente 2019, come sottolinea con orgoglio il numero uno di Aeroporti di Puglia Tiziano Onesti, è stata registrata una variazione positiva pari al 12%.

Mare-cultura, binomio vincente

I turisti francesi in visita nella regione Puglia dimostrano di apprezzare in particolare il mare e la cultura, creando dunque tutti i presupposti per la nascita di un binomio vincente. Oltre all'offerta turistica en plein air, i visitatori provenienti dalla Francia amano i prodotti tipici della terra pugliese. In tutto questo, dunque, l'immagine di una Regione capace di offrire un servizio puntuale, potendo contare su un contesto naturale di prim'ordine.

Le località più visitate dai francesi in vacanza nella regione Puglia

Nella sua analisi approfondita, il presidente di Aeroporti di Puglia ha svelato quali sono le destinazioni turistiche più amate dai turisti francesi che scelgono di prenotare un soggiorno in Puglia. Oltre al classico triangolo Fasano, Bari, Lecce, i visitatori stranieri provenienti dalla Francia scelgono le località balneari di Vieste, Gallipoli e Otranto, senza dimenticare le splendide Polignano, Monopoli e Castellaneta, oltre all'area della provincia di Bat (Barletta-Andria-Trani).

Bari è il secondo aeroporto scelto da Transavia dopo quello di Brindisi

La compagnia aerea low cost Transavia, che opera in maniera indipendente rispetto al gruppo di cui fa parte (Air France-KLM), è al suo secondo accordo commerciale con la società di gestione Aeroporti di Puglia. Infatti, prima che scegliesse di ampliare la propria offerta con Bari, Transavia aveva già siglato un'intesa per inserire un nuovo collegamento diretto tra Brindisi e Parigi, con lo scalo di arrivo previsto sempre all'aeroporto di Orly. La scelta dipende anche dal buon funzionamento aeroportuale, grazie a un insieme di servizi legati al terminal e al parcheggio aeroporto Bari che è fra i più efficienti del sud Italia.

Collegamento aeroporto di Bari-Matera, contratti in scadenza

Se, da una parte, Parigi è ora più vicina grazie al nuovo collegamento garantito dalla compagnia aerea low cost Transavia, lo stesso non si può dire per la ben più vicina Matera. Allo stato attuale delle cose, i contratti in essere che regolano i collegamenti tra lo scalo aeroportuale di Bari e il centro di Matera sono in scadenza il prossimo 30 novembre. Ed ecco il paradosso: è più facile arrivare a Bari da Parigi che da Matera.

La richiesta del consigliere regionale Braia

Il consigliere regionale Braia di Avanti Basilicata ha chiesto una proroga del collegamento tra l'aeroporto di Bari e Matera fino ad almeno il 31 dicembre 2020. Secondo le previsioni del consigliere, Matera continuerà a essere una delle destinazioni più visitate del Sud Italia anche il prossimo anno, dopo l'eccezionale boom di turisti registrato in occasione di quest'anno, con Matera Capitale Europea della Cultura.

Il collegamento attuale è stato attivato lo scorso maggio

Oggi Matera è collegata con l'aeroporto di Bari grazie a uno speciale servizio navetta istituito a maggio 2019 a seguito dell'intesa tra il Ministero per il Sud, il Comune di Matera e la stessa Provincia. Da maggio a ottobre, la navetta ha trasportato dallo scalo pugliese alla città di Matera circa 30 mila persone, con una media di poco meno di 6 mila viaggiatori ogni mese. Il servizio ha ricevuto un finanziamento di mezzo milione di euro, con scadenza fissata al prossimo 30 novembre.

Anche la tratta Ferrandina Scalo-Matera scade il 30 novembre

Oltre al collegamento aeroporto di Bari-Matera, offerto da un servizio navetta, è a rischio anche la tratta Ferrandina Scalo-Matera. Come la prima, la scadenza dei termini contrattuali è stata fissata al prossimo 30 novembre. Ferrandina Scalo rappresenta la stazione ferroviaria più vicina alla Capitale Europea della Cultura 2019, utilizzata anche dai turisti che scelgono di partire con il treno da Bari per raggiungere Matera. Anche per questa tratta, il consigliere regionale di Avanti Basilicata presenterà una mozione con cui chiederà di prorogare il servizio, dal momento che anche nel 2020 è prevista un'ondata di turisti con numeri ben al di sopra della media fatta registrare fino al 2018.

La mobilitazione dei sindacati per i collegamenti tra l'aeroporto di Bari e Matera

Oltre alla politica, si muovono anche i sindacati. CGIL e UIL hanno denunciato la possibile interruzione del collegamento tra l'aeroporto di Bari e Matera, insieme alla tratta che, dalla stazione ferroviaria di Ferrandina Scalo, conduce alla Città dei Sassi, qualora non si trovassero fondi a sufficienza per garantire la proroga delle due tratte. Come già detto, quest'ultime resteranno operative fino al prossimo 30 novembre, salvo nuovi interventi volti a estendere il servizio ben oltre la fine del mese di novembre di quest'anno.

Altri articoli di "Redazionali"
Redazionali
02/12/2019
Viaggiare è sicuramente una delle esperienze ...
Redazionali
25/11/2019
Se il web è un elemento preponderante per il successo di un libero professionista ...
Redazionali
16/11/2019
Sarà possibile ammirare le opere dal 1 dicembre 2019 al 6 gennaio 2020. Tutto ...
Nel Centro Calabrese di Cavallino si è tenuto un convegno per fare chiarezza sulle grandi opportunità che ...
clicca qui