La Scuola di Cavalleria si svela: parte l'iniziativa "Caserme Aperte"

lunedì 4 novembre 2019

L’Esercito apre la Scuola di Cavalleria ai civili, con quattro giornate dell’iniziativa “Caserme Aperte”.

Nella giornata dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate, lunedì 4 novembre, l’Esercito apre al pubblico, dalle 9 alle 16, la storica sede del Comando Scuola di Cavalleria, la Caserma “Zappalà” (già Trizio). Per l’occasione si potrà accedere dall’ingresso d’onore di via Massaglia, che consente l’accesso diretto alla Sala storica delle Cavallerie e al parco mezzi.

Ad accogliere i sempre numerosi cittadini che aderiscono all’iniziativa, gli Istruttori del Reggimento Addestrativo e gli esperti di storia militare dell’Istituto che li guideranno in un suggestivo percorso di storia, tradizioni e innovazione tecnologica.

La Scuola di Cavalleria, realtà specialistica fiore all’occhiello dell’Esercito Italiano, è un istituto di “specializzazione” dove viene formato il personale militare dell’Esercito appartenente a ogni categoria assegnato alle specialità dell’Arma di Cavalleria: Ufficiali, Sottufficiali, Graduati e Militari di truppa. Il perfezionamento professionale è condotto alternando attività con avanzati sistemi di simulazione, sessioni di studio nelle moderne aule dei Dipartimenti, attività live nelle diverse aree addestrative di Torre Veneri e presso il Centro Ippico Militare “Federico Caprilli”, in località Fondone. Oltre alla formazione, la Scuola sviluppa la dottrina d'impiego della Cavalleria in ottemperanza ai compiti che lo Stato Maggiore Esercito assegna all'Arma in linea con i continui progressi tecnologici e mutamenti degli scenari della sicurezza e minaccia delle libere Istituzioni.

Da non perdere, a metà mattina, al Monumento dei Caduti di Piazza d’Italia nei pressi di Porta San Biagio, la tradizionale cerimonia dell’alzabandiera e la deposizione della corona d’alloro alla presenza delle massime autorità provinciali. 

L’iniziativa “Caserme Aperte” verrà replicata con le stesse modalità anche nelle giornate del 13, 14 e 15 novembre, nell’ambito del 2° Festival della Public History, manifestazione che ha ottenuto l’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica e organizzata dal CESRAM (Centro Studi Relazioni Atlantico Mediterranee), d’intesa con la Prefettura di Lecce e i componenti del Comitato per la Valorizzazione della Cultura della Repubblica presso la Prefettura. 

Altri articoli di "Eventi"
Eventi
26/02/2020
Il carro «Mmucamenti» del gruppo “Mir” di Corsano vince la ...
Eventi
24/02/2020
Appuntamento domani, martedì 25 febbraio a Martignano, nell’ambito del ...
Eventi
21/02/2020
“Tutti diversi! tutti uguali!”: sabato 22 febbraio alle 15:30 il ...
Eventi
19/02/2020
Da giovedì 20 a San Donato e Galugnano si festeggia ...
La tragica esperienza del “collasso esistenziale” può capitare a tutti. La depressione ha più ...
clicca qui