In consiglio scontro sul tema rifiuti. Mozione per un marchio comunale accessibilità

lunedì 21 ottobre 2019

Lungo consiglio comunale: discussione anche sullo stato di via Pellico e sui nonni vigili. Approvata mozione di sostegno al popolo curdo contro l’azione di Erdogan.

Un lungo dibattito a Palazzo Carafa, caratterizzato soprattutto dallo scontro maggioranza-opposizioni sul tema della gestione dei rifiuti: è quanto accaduto nel lungo consiglio comunale tenutosi oggi a Lecce. In apertura l’interpellanza del capogruppo di Fratelli d’Italia, Roberto Anguilla Giordano, sullo stato di via Silvio Pellico e sulle intenzioni dell’amministrazione per la messa in sicurezza. Il sindaco Salvemini ha spiegato che al momento l’amministrazione abbia le mani legate, ma che dopo la riqualificazione, punterà all’esproprio per garantirne la pubblica utilità.

Tra i punti all’ordine del giorno, i debiti fuori bilancio per spese legali del passato e la ratifica della variazione di bilancio per efficientamento e manutenzione dello spogliatoi del Coni. Sulla Tari, invece, e sul tema del servizio di raccolta rifiuti, invece, si è concentrata la discussione: bocciato l’odg proposto da Adriana Poli Bortone, che chiedeva un consiglio monotematico sul tema alla presenza dei vertici Ager. La stessa senatrice ha chiesto all’amministrazione una relazione sull’intero capitolato della raccolta rifiuti, su cui è intervenuta l’assessore al ramo, Angela Valli, mentre il sindaco ha chiarito come il regolamento comunale non preveda la necessità di un consiglio monotematico su temi proposti dalla minoranza.

Da una parte, le opposizioni chiedono chiarimenti specifici, dall’altra gli esponenti della maggioranza richiamano le amministrazioni passate a prendere consapevolezza degli errori di gestione a cui l’attuale governo comunale starebbe tentando di porre un rimedio.

È stata approvata poi la mozione di Sveglia Lecce, Noi per Lecce, Coscienza Civica-Ideazione per la creazione di un marchio comunale di accessibilità che identifichi i locali pubblici accessibili a tutti. La mozione che impegna l’amministrazione comunale a promuovere interventi volti a garantire la piena fruibilità delle attività commerciali, creando un marchio comunale di accessibilità che identifichi i locali pubblici accessibili a tutti e inserendo tali locali in un’apposita mappa dei locali accessibili all’interno di “visitLECCE”, prevede che la creazione del marchio avvenga attraverso un concorso di idee da svolgersi all’interno del futuro Laboratorio cittadino per l’accessibilità.

La mozione, come ha chiarito la consigliera Emanuela Orlando, nasce dalla convinzione che l’accessibilità richieda un impegno condiviso, un impegno che deve partire senz’altro dall’amministrazione, ma che deve vedere la partecipazione dei cittadini, perché si tratta di un impegno finalizzato a migliorare la qualità della vita di tutti e non solo di alcune categorie.

L’assise ha poi preso posizione contro l’azione militare del governo turco di Erdogan ai danni della Siria: voto unanime della mozione di Lecce Città Pubblica.

Spazio anche al bando sui nonni vigili con la richiesta dei consiglieri di opposizione, Anguilla Giordano e Greco, di ripristinare il servizio: l’amministrazione ha chiarito che il bando sia andato deserto ma che si stanno studiando soluzioni con le associazioni locali per garantirlo ancora una volta.

 

Altri articoli di "Politica"
Politica
17/11/2019
I consiglieri di opposizione dopo i recenti avvenimenti ...
Politica
17/11/2019
Dal consiglio comunale monotematico un forte no al ...
Politica
17/11/2019
Partiranno domani i lavori di riqualificazione della ...
Politica
15/11/2019
Mentre in queste ore la Procura di Milano ha aperto un ...
Uno spot della Regione Puglia con Lino Banfi sottolinea il rischio dell’influenza del falsi miti sui vaccini: dal ...
clicca qui