Rinascita Refugees per fare gol nella vita: presentato il progetto di sport e integrazione

lunedì 21 ottobre 2019

Calcio e integrazione insieme, per dar vita alla squadra dilettantistica Rinascita Refugees.

Il progetto, presentato nella sala conferenze del centro Ce.F.A.S. di Magliano, alla presenza del presidente della Provincia di Lecce, Stefano Minerva, del presidente Union3 Marcello Rolli e della delegata provinciale della Federazione Italiana Gioco Calcio, Luana De Mitri, ha visto la partecipazione di tutto lo staff tecnico, calciatori e dirigenti della nascente società sportiva, sostenuta dal caloroso pubblico presente in sala.

La giovane formazione multietnica, composta da calciatori richiedenti asilo e ospiti dei progetti SPRAR/SIPROIMI, gestiti da “Rinascita Cooperativa” nei comuni appartenenti all’UNION3, disputerà il prossimo campionato Figc di Terza Categoria, portando in giro nei vari campi di calcio delle provincie di Lecce e Brindisi, le storie, le speranze ed il talento calcistico di giovanissimi ragazzi che hanno messo in gioco la propria vita lontani km e km da casa per costruire, per se stessi e le loro famiglie, un futuro migliore. Tutte le partite casalinghe dell’ASD Rinascita Refugees saranno disputate nel campo comunale “Vecchio” di Copertino.

La squadra è affidata alla guida tecnica di mister Niang Baye Hassane, operatore e mediatore linguistico dei progetti di accoglienza gestiti dalla Cooperativa. Il quadro dirigente è così composto: Antonio Palma (Presidente), Anna Cordella (Vice), Gianmarco Negri (dirigente), Vincenzo Domenico Nobile (dirigente).

 Andrea Tafuro

Altri articoli di "Calcio"
Calcio
27/02/2020
La proposta del consigliere e capogruppo di Fratelli ...
Calcio
27/02/2020
Il Comitato Regionale Pugliese della Lnd resta in attesa ...
Calcio
26/02/2020
La mezzala sarda sul prossimo impegno: "Con i bergamaschi servirà la partita ...
Calcio
24/02/2020
 La partita del Lecce di domenica sarà giocata ...
La tragica esperienza del “collasso esistenziale” può capitare a tutti. La depressione ha più ...
clicca qui