Panino tonno e pomodoro a km0 al posto delle merendine a scuola: l'idea del Gal Alto Salento

mercoledì 16 ottobre 2019
Il panino dell'Alto Salento è l'idea gastronomica nata nell'ambito del progetto "Il Mare che Vorrei" 

A scuola il panino con pane, pomodoro e tonno a km 0. E' l'idea portata avanti dal Gal Alto Salento con il progetto “Il mare che vorrei” che coinvolge le comunità locali e soprattutto i bambini delle classi terze e quarte delle scuole elementari di Brindisi, Carovigno e Ostuni. L'obiettivo è educare alla sostenibilità ambientale valorizzando i prodotti del territorio senza fa confluire risorse economiche ai soliti circuiti industriali internazionali. Il tema ha suscitato favore e interesse nei bambini e nelle famiglie e da qui è nata l'idea di far nascere il "panino dell'Alto Salento", l'idea gastronomica del Gal Alto Salento in continuità con il progetto "Il Mare che Vorrei" presentata all'XFOOD Ristorante Sociale di San Vito dei Normanni.

“Il panino è frutto di un percorso fatto a più mani – si legge - con l'ausilio dei biologi e i nutrizionisti del progetto, dei pescatori dell’Alto Salento, dello staff del GAL Alto Salento 2020 e della chef Annamaria Leozappa del ristorante sociale Xfood con tutti sui collaboratori.

Il panino di semola è cotto a fuoco lento dal Panificio Masiello ed è condito con briciole di tonnetto di Torre Colimena, pomodori confit e semisecchi di Torre Guaceto dell’Azienda Agricola Calemone in Torre Guaceto.


Altri articoli di "Economia e lavoro"
Economia e lavoro
21/11/2019
La recente sentenza dei giudici amministrativi boccia le ...
Economia e lavoro
21/11/2019
Dopo il sit-in odierno nuovo sciopero di 8 ore ...
Economia e lavoro
21/11/2019
Domani ci sarà un incontro al Ministero con il ...
Economia e lavoro
19/11/2019
Un fulmine a ciel sereno per i dipendenti del punto vendita ...
L’incapacità di “mentalizzare” gli stati d’animo emotivi dell’altra persona ...
clicca qui