Acqua a 30 centesimi a chi porta la borraccia: a Lecce il primo bar "eco-ista"

giovedì 10 ottobre 2019

 Un modo originale e pratico per ridurre la plastica. Il "Pacamara Caffè" diventa ECOista e offre acqua low cost a chi porta la borraccia. Un’operazione pro-ambiente in collaborazione con gli ECOisti del “Galilei-Costa”.

Daniele Quarta e Veronica De Luca, titolari del bar “Pacamara Caffè” nei pressi di piazza Mazzini a Lecce, ne hanno pensata una davvero bella per risparmiare l’uso della plastica e, nella fattispecie, la plastica delle bottigliette d’acqua. Per questa innovativa ed originale idea hanno chiesto e ottenuto la fattiva collaborazione degli “ECOisti”, la startup sociale ideata e condotta dalla classe 3°A dell’Istituto “Galilei-Costa” di Lecce.

L’idea in fondo è molto semplice, i titolari del bar si offrono di riempire d’acqua le borracce da mezzo litro (rigorosamente in vetro o metallo) dei clienti in modalità low cost, per soli 30 centesimi. È sicuramente una formula commercialmente svantaggiosa per il bar il quale, infatti, guadagnerebbe di più nel continuare a vendere al banco le classiche bottigliette in plastica. Se si pensa che ogni mese vengono vendute almeno 2000 bottigliette, è facile fare un rapido conto di quanta plastica si risparmierà se ognuno utilizzasse la propria borraccia personale.

Per avere un supporto dai giovani e per la realizzazione della campagna di comunicazione i titolari hanno chiesto e immediatamente ottenuto la collaborazione degli studenti “ECOisti” dell’attivissima scuola leccese. I ragazzi si sono messi subito al lavoro e hanno progettato la locandina grafica dell’iniziativa, la quale, oltre ad essere esposta nel bar, sta circolando sui maggiori social network. Il testo della locandina recita: “Con solo 30 centesimi ti riempiano d’acqua (liscia o frizzante) la borraccia da 0,50 l (rigorosamente di vetro o metallo). Un piccolo gesto per una grande causa”.

«Anche noi volevamo fare qualcosa di concreto – dichiarano Daniele e Veronica, titolari del bar – per contribuire in qualche modo alla riduzione dell’uso della plastica e della sua conseguente immissione tra i rifiuti o, come purtroppo accade, addirittura in mare. Non fa niente che ci perdiamo qualcosa dal punto di vista economico, mai come ora è importante per tutti rinunciare a qualcosa o cambiare qualche abitudine in favore del nostro ambiente. Appena ci è venuta questa semplice idea, non abbiamo visto l’ora di comunicarla ai ragazzi del Costa che, con la loro campagna da ECOisti, tanto stanno facendo e tanto si stanno impegnando per insegnare a noi adulti una maggiore e più applicata attenzione alla salvaguardia della sostenibilità ambientale. Hanno subito apprezzato la trovata e ci hanno ringraziato per averli coinvolti. Non siamo gelosi di questa nostra idea, COPIATECI in tutta Italia.» 

Altri articoli di "Ambiente"
Ambiente
19/11/2019
Fenomeno eccezionale nel Salento: migliaia di pesci rossi riversati nelle campagne ...
Ambiente
18/11/2019
L'impegno dell’associazione Bene Comune Tuglie per il ...
Ambiente
17/11/2019
Dal consiglio comunale monotematico un forte no al ...
Ambiente
17/11/2019
Due giorni dedicati al recupero delle reti di nylon non ...
L’équipe del professor Carlo Foresta da diverso tempo sta studiando gli effetti di alcuni materiali con ...
clicca qui