Gambero Rosso, il bar più premiato di sempre è leccese: menzione speciale al "300mila"

lunedì 23 settembre 2019
Grande soddisfazione per il "Bar 300mila Lounge" ancora premiato come "Bar d'Italia" dal Gambero Rosso con una menzione speciale per le iniziative in favore dell'ambiente.

Ennesimo successo per il Bar 300mila di Lecce: in occasione della ventesima edizione della guida "Bar d'Italia" del Gambero Rosso, il ritrovo di piazza Mazzini è stato inserito per la nona volta consecutiva  tra i 39 premiati. Ma non solo: oltre al titolo, il bar ha ricevuto anche una menzione speciale “per l’impegno etico, in particolare per le iniziative attente all’ambiente attraverso il packaging sostenibile e per i programmi di utilità sociale dedicati al reinserimento attivo di persone detenute”.

In partnership con Illycaffè, Gambero Rosso ha operato una selezione certosina tra 1300 indirizzi che coprono da Nord a Sud tutto il territorio nazionale. Il punteggio come di consueto è espresso in Chicchi (giudizio sulla qualità del caffè) e in Tazzine (che esprimono un voto sull’offerta complessiva del locale) con 150 novità e 2 nuovi ingressi nella vetta della classifica.

“Con questa menzione il "300mila" è il bar d’Italia più premiato di sempre. Dall’anno prossimo il nostro bar riceverà la Stella. Dieci anni consecutivi in finale. Un sogno per me diventato realtà, che nel profondo Sud, vale doppio. Con grande orgoglio lo dedico alla mia meravigliosa città, la mia Lecce”, scrive soddisfatto il titolare Davide De Matteis.
Altri articoli di "Enogastronomia"
Enogastronomia
16/10/2019
A Lecce l’evento che apre la nuova, grande stagione di incontri e degustazioni ...
Enogastronomia
14/10/2019
Avvisati tutti i salentini presenti nel capoluogo ...
Enogastronomia
14/10/2019
Il locale di Floriano Pellegrino unico in Puglia con 4 cappelli, uno in più ...
Enogastronomia
13/10/2019
Ai mercati di Campagna Amica in piazza Bottazzi e piazza Ariosto appuntamento con ...
Sovrappeso e obesità sono grandi problemi che colpiscono sempre più bambini (con percentuali preoccupanti ...
clicca qui