Cessione di droga e frequentazione di pregiudicati: chiusi due locali

venerdì 20 settembre 2019

Intervento della divisione di polizia amministrativa e sociale e del commissariato nei confronti del Bar “ Le Darsene e del circolo privato “Rosa” di Gallipoli.

Due provvedimenti di sospensione dell’attività sono stati emessi dal questore di Lecce. Si tratta del Ristorante - Bar “ Le Darsene” di Porto Cesareo, chiuso per dieci giorni, e del Circolo privato “Rosa” di Gallipoli, chiuso per quindici giorni. Nel primo caso, il provvedimento cautelare è stato emesso sulla scorta degli arresti, in esecuzione di misura cautelare in carcere, effettuati lo scorso 21 agosto dal personale della Squadra Mobile e del Servizio Centrale Operativo.

L’attività svolta dalla Squadra Mobile nell’ambito dell’operazione “Pusher 3- Piazza pulita- Movida” ha avuto come obiettivo la repressione dello spaccio di sostanze stupefacenti all’interno di noti esercizi siti in località balneari, frequentati soprattutto da giovani. Ciò ha consentito, tra l’altro, l’arresto di due soggetti, colpevoli in concorso di aver ceduto sostanza stupefacente del tipo cocaina all’interno del ristorante “Le Darsene”. Con il provvedimento, oltre allo spaccio avvenuto all’interno del locale, è stata contestata al titolare lo svolgimento senza la necessaria licenza di almeno due serate da ballo, con musica selezionata da DJ e numerosi avventori intenti a ballare su una pista ricavata all’esterno della struttura del ristorante.

Il circolo privato “Rosa” di Gallipoli è stato invece oggetto di provvedimento di sospensione  dell’attività di somministrazione di alimenti e bevande e di esercizio del gioco tramite apparecchi “ new slot”, in quanto, attraverso verifiche effettuate dai poliziotti del locale Commissariato di Pubblica Sicurezza, è stata accertata la sua frequentazione da parte di soggetti gravati da precedenti penali e giudiziari per vari reati, che tra l’altro non avevano titolo per accedere, non essendone soci. Inoltre è stato verificato come anche numerosi soci del Circolo siano gravati da precedenti penali e come alcuni siano anche assuntori di sostanze stupefacenti. Uno tra questi il 29 giugno scorso fu arrestato in flagranza dagli stessi agenti del commissariato in quanto, a seguito di una perquisizione effettuata all’interno dello stesso Circolo, fu trovato in possesso di sostanza stupefacente destinata allo spaccio.

 

Altri articoli di "Cronaca"
Cronaca
14/11/2019
Il pacco era stato manomesso e accettato da qualcuno ...
Cronaca
14/11/2019
Iniziata la ricostruzione del lungomare distrutto dalla ...
Cronaca
14/11/2019
La vittima ha fatto in tempo ad avvisare i carabinieri che sono arrivati sul posto e ...
Cronaca
14/11/2019
Nato nel 1940 a Lecce, viveva tra San Cesario e Cavallino.  Grafica, ...
La pediculosi può essere un incidente di percorso che capita anche alle famiglie molto attente alla cura e ...
clicca qui