Costretti ad accudire animali per 15 ore e a dormire vicino alle stalle

giovedì 19 settembre 2019

Nei guai un imprenditore 71enne per sfruttamento di due lavoratori extracomunitari.

È scattata la denuncia a Copertino per l’amministratore unico di un’azienda agricola che opera nell’allevamento di bovini e ovini per sfruttamento dei lavoratori. I carabinieri del comando provinciale di Lecce, insieme ai militari del Nil e al personale Spesal, nell’ambito della Task Force “anticapolarato” hanno accertato come l’imprenditore, 71enne, impiegava alle proprie dipendenze due lavoratori extracomunitari in nero, di nazionalità albanese, privi di permesso soggiorno, approfittando del loro stato bisogno e sottoponendoli a condizioni sfruttamento.

Nella circostanza, si dimostrava come gli stessi avessero prestato ininterrottamente attività lavorativa occupandosi del governo di bovini e ovini, per 15 ore lavorative giornaliere, senza riposi settimanali e retribuzione, venendo costretti ad alloggiare in un dormitorio attiguo alle stalle.

Venivano deferiti anche i due lavoratori per soggiorno illegale sul territorio. Contestate inoltre all’imprenditore violazioni amministrative per complessivi 21.400 euro. Adottato il provvedimento di sospensione dell’attività imprenditoriale.

 

Altri articoli di "Cronaca"
Cronaca
14/11/2019
Il pacco era stato manomesso e accettato da qualcuno ...
Cronaca
14/11/2019
Iniziata la ricostruzione del lungomare distrutto dalla ...
Cronaca
14/11/2019
La vittima ha fatto in tempo ad avvisare i carabinieri che sono arrivati sul posto e ...
Cronaca
14/11/2019
Nato nel 1940 a Lecce, viveva tra San Cesario e Cavallino.  Grafica, ...
La pediculosi può essere un incidente di percorso che capita anche alle famiglie molto attente alla cura e ...
clicca qui