Affitti alle stelle e dilemma trasporti per gli studenti universitari, AU: "Più sostegno dall'amministrazione"

martedì 3 settembre 2019

"Chiediamo maggiore vicinanza all'amministrazione comunale, nella tutela e nell'interesse degli studenti di Unisalento, Conservatorio Tito Schipa e Accademia delle Belle Arti" affermano i rappresentanti di Azione Universitaria Lecce.

Anno accademico nuovo, ma vecchi problemi irrisolti. Pochi alloggi, affitti alle stelle e dilemma trasporti: è quanto lamentato da Azione Universitaria, che in una nota chiede maggiore sostegno da parte dell'Amministrazione comunale.

"Il nuovo anno accademico è ormai alle porte, ma di nuovo, purtroppo, notiamo esserci ben poco. La situazione alloggi è come ogni anno precaria - afferma il Segretario di Azione Universitaria Antonio Stasi - e anche per il 2019/20 con ogni probabilità i vincitori di borsa di studio supereranno, come numero, le disponibilità di alloggi che ADISU Puglia mette a servizio degli studenti di Università del Salento, Conservatorio Tito Schipa, e Accademia delle Belle Arti. Siamo da tempo in attesa di un vero momento di confronto che possa mettere tutte le associazioni in 'competizione' fra di loro per proporre la soluzione migliore. Un tavolo aperto e democratico, che rispetti in egual misura tutto l’associazionismo accademico, dalle più piccole alle più grandi realtà(ma questo fino ad oggi è stata solo utopia, nonostante molte promesse poi disattese ), soprattutto perchè la realtà degli 'affitti leccesi' è ormai fuori controllo. Costi vertiginosi, anche per stanze fatiscenti, e totale assenza di controlli sulle norme abitative.

Aggiungiamo che i servizi per i disabili non sembrano essere migliorati, e in tal senso ci aspettiamo che l'amministrazione comunale si adoperi veramente per dedicarsi verticalmente a questo tema.

Ci sono inoltre opere di recupero infrastrutturale che richiedono un intervento d’urgenza.

Ultima nota, ma non ultima per importanza,  i trasporti: sia centrale nell'organizzazione delle tratte, degli orari, e dei costi delle corse, che la gran parte degli studenti di Università, Accademia e Conservatorio vengono dalle provincie(non solo quella leccese ma anche brindisina e tarantina), quindi andrebbero maggiormente tutelati e ascoltati nella scelta della 'forma' e della 'sostanza' dei trasporti stessi. In questo senso è stato fatto poco o nulla, ci aspettiamo che l’amministrazione cambi registro quanto prima". 

Altri articoli di "Università"
Università
17/09/2019
Si svolgerà a Lecce presso l’Università ...
Università
11/09/2019
Il sindaco di Lecce ha avuto un colloquio questa mattina ...
Università
02/08/2019
Un campo di ricerca che continua a coinvolgere nuovi ambiti ...
Università
17/07/2019
Ad evidenziare l’accaduto Link Lecce che parla di un ...
“La cosa importante è che gli adulti si rendano conto della pericolosità delle liti davanti ai ...
clicca qui