Dopo la polemica per la "frisa d'oro", nuova segnalazione alle porte del Salento

domenica 25 agosto 2019

Un panzerotto fritto venduto a 5 euro all’aeroporto di Brindisi: a segnalarlo una turista bolognese. Lo Sportello dei Diritti: "Basta speculazioni!"

Dopo la notizia ferragostana divampata su social e media di tutt’Italia sulla presunta “frisa d’oro”, un altro “scandalo” potrebbe scatenarsi per il prezzo di uno dei tipici “food” nostrani. Accade nel punto di ristoro a marchio “Autogrill” dell’aeroporto di Brindisi, divenuto scalo pressoché obbligatorio per migliaia di viaggiatori che raggiungono e ripartono dal Salento: calzoni fritti venduti a 5 euro cadauno (4,90 euro per la precisione) come dimostra la foto dello scontrino postatoci da una turista bolognese. Anche se è pur vero che l’acquisto di qualsiasi prodotto in aeroporto o in autostrada e sempre un po’ “pompato” dall’impossibilità di una scelta concorrenziale, per Giovanni D'Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, quando la speculazione o “libero mercato” che dir si voglia, arriva a tal punto è giusto dire “Basta!” e se nessun’autorità può intervenire per fermare quest’andazzo, allora l’unica forma di protesta rimasta è forse quella della libera scelta di ciascuno di noi di non comprare più da coloro che vendono prodotti che normalmente costano meno di 1/3 se acquistati altrove? 

 

Altri articoli di "Società"
Società
21/10/2019
L’amministrazione ha inviato una nota di protesta ...
Società
21/10/2019
Calcio e integrazione insieme, per dar vita alla squadra ...
Società
19/10/2019
Ieri pomeriggio la Questura di Lecce ha ricevuto la visita ...
Società
19/10/2019
Il termine di presentazione è fissato per ...
Oggi ci siamo rivolti all’’Ambulatorio di dietetica preventiva” - SIAN Area Nord per capire se ...
clicca qui