Tuffo spericolato dal Ciolo, donna resta ferita: salvata da una motovedetta

giovedì 22 agosto 2019

La donna si è tuffata dal costone, cadendo male in acqua e non riuscendo a muoversi: è stata recuperata dalla Guardia costiera.

Ancora un altro tuffo pericoloso che comporta gravi conseguenze: è accaduto quest’oggi, a Gagliano del Capo, dove una donna, probabilmente di origine straniera, si sarebbe tuffata dal costone del Ciolo, cadendo in acqua seduta.

Dopo l’impatto, la donna non riusciva più a muoversi restando in balia del mare: la turista è stata recuperata, in zona Chiancaredda, dalle motovedette della Guardia costiera, dopo che i bagnanti avevano lanciato l’allarme.

Una volta salvata, la donna è stata affidata alle cure dei sanitari del 118, che l’hanno trasferita al “Fazzi” di Lecce in codice rosso: sulle prime, sembrava che non riuscisse a muovere gli arti inferiori ma le sue condizioni sarebbero migliorate. Tuttavia, ci saranno accertamenti ulteriori da parte dei medici per verificare che non ci siano serie conseguenze e lesioni gravi.

Diversi testimoni riportano che, nella mattinata, “l’usanza” del tuffo spericolato sia stata perpetrata anche da altri soggetti. 

Altri articoli di "Cronaca"
Cronaca
23/02/2020
Arriva anche il commento della società salentina ...
Cronaca
23/02/2020
L'azione violenta è stata rapidissima e sembra fosse ...
Cronaca
23/02/2020
Papa Francesco torna dopo due anni a Bari per incontrare i ...
Cronaca
23/02/2020
La vendita avveniva nell'abitazione di due giovanissimi coniugi. Il costo al grammo era ...
Mascherine consigliate ai medici del pronto soccorso leccese anche nei casi asintomatici. Dubbi sulla trasmissione ...
clicca qui