Droga, furti, estorsione: fioccano denunce nel territorio di Casarano

mercoledì 14 agosto 2019

Raffica di denunce per reati vari su tutto il territorio di competenza da parte dei carabinieri.

Controlli in tutto il territorio di competenza da parte dei carabinieri di Casarano. Per detenzione di droga ai fini di spaccio sono stati denunciati: un 20enne di Racale, sorpreso con un involucro nella sua stanza da letto, contenente 98,02 grammi di “marijuana” suddivisa in 18, un bilancino elettronico e la somma di 70 euro in contanti ritenuti provento di spaccio; un 38enne di Supersano, trovato con due piante di cannabis indica dell’altezza cm. 90 nella sua abitazione (nella circostanza hanno rinvenuto, occultato all’interno di un armadio nella camera da letto un kit elettrico di lampade da coltivazione nonché materiale fertilizzante); un 21enne di Taviano, trovato con 1,7 grammi di marijuana e 0,2 di “hashish” nell’armadio.

Per il reato di “raccolta e gestione illecita rifiuti e realizzazione discarica abusiva”, i carabinieri di Melissano hanno denunciato un 50enne, nato in Romania ma residente a Racale, e un 55enne del posto: i carabinieri hanno accertato che il primo, su esplicita richiesta del secondo proprietario superficie agricola situata quella zona industriale, aveva acconsentito, ripetutamente nel tempo, allo sversamento di rifiuti speciali pericolosi consistenti in lastre di eternit nonché diversi rifiuti non pericolosi, quale materiale plastico e ferroso vario, nonché scarti di natura edile. L’area di circa 600 mq è stata sottoposta a sequestro.

I carabinieri di Parabita hanno deferito un uomo di San Pietro in Lama poiché è stato accertato che l’uomo, con il proprio furgone aveva realizzato abusivamente la raccolta a porta a porta di oli esausti privo di ogni autorizzazione prevista secondo norme vigenti in materia. L’automezzo è stato sottoposto a sequestro.

Per evasione sono stati denunciati un 55enne di Parabita, un 48enne di Taviano, un 44enne e un 40enne di Taurisano.

A Racale i carabinieri hanno denunciato per “estorsione” un 45enne del luogo poiché costringeva la propria madre convivente a farsi consegnare la somma contante di 20 euro nonché il ciclomotore al fine di acquistare sostanza stupefacente.

A Ugento, i militari della stazione locale hanno deferito per “ricettazione” un 37enne di Melissano trovato con un telefono cellulare provento furto avvenuto in danno di un ventenne di Ugento. La refurtiva è stata sottoposta a sequestro per la successiva restituzione avente diritto.

A Racale, denunciato “furto in abitazione” un 55enne che aveva rubato vari attrezzi edili all’interno di una abitazione nel comune.

Sette le persone per “rifiuto a sottoporsi ad accertamenti circa guida sotto alterazione sostanze alcoliche e stupefacenti” mentre sono sei le persone denunciate per “guida sotto alterazione psicofisica corredata uso sostanze stupefacenti”. Nel corso del servizio sono state segnalate alle Prefetture competenti per “uso non terapeutico sostanze stupefacenti” 13 persone di età compresa tra i 16 e i 55 anni. Elevate 70 contravvenzioni amministrative per il mancato uso delle cinture di sicurezza dei veicoli.

 

 

Altri articoli di "Cronaca"
Cronaca
14/09/2019
L'uomo è stato subito soccorso ma le ferite ...
Cronaca
14/09/2019
Gli agenti hanno ritrovato contenitori di gasolio in auto e ...
Cronaca
14/09/2019
Il giovane, residente a Poggiardo, dovrà rispondere di detenzione ai fini di ...
Cronaca
14/09/2019
L'uomo, residente a Cutrofiano, dovrà rispondere di produzione di ...
Il Ministero della Sanità, nel 2001, ha istituito un’importante fonte di informazione sanitaria, ...
clicca qui