Quanto costa un funerale?

lunedì 12 agosto 2019

Le spese da affrontare per un funerale.

Di fronte a un evento tragico come la morte, nessuno è mai veramente pronto ad affrontare lo shock emotivo che comporta, né tantomeno ha l'immediata capacità di sostenere l'aspetto economico ed organizzativo della cerimonia funebre per dire addio alla persona amata. Tuttavia, arriva il momento in cui bisogna fare i conti con la realtà (e con il portafoglio).Con la crisi degli ultimi anni, affrontare la spesa di un funerale è diventato sempre più difficile, i prezzi sono arrivati alle stelle e le persone hanno sempre meno liquidità immediatamente disponibile da poter investire.

In Italia, si stima che il costo medio di un funerale superi i 3.000 € e, spesso, le persone sono costrette a chiedere un prestito ad amici o istituti di credito per offrire al defunto una sepoltura dignitosa.
La spesa per il funerale si riduce del 50% se le onoranze vengono fornite dal comune di residenza del defunto ma, se le tariffe comunali per le cerimonie funebri sono rimaste praticamente invariate negli ultimi 15 anni, non si può dire lo stesso per i prezzi applicati dalle agenzie funebri che, considerando l'enorme quantità di servizi offerti, possono far arrivare il costo del funerale fino - in casi estremi - a 15.000 €.È stato dimostrato, inoltre, come la spesa possa anche risultare più alta al Sud, dove la popolazione tende ad investire cifre più alte per le onoranze funebri, rispetto che al Nord Italia, dove i prezzi sono tendenzialmente più alti.Quali sono i fattori che incidono sul prezzo di un funerale e quali le alternative per risparmiare?Innanzitutto è importante capire che le fasce di prezzo di un funerale possono variare molto in funzione del tipo di cerimonia, della quantità dei servizi richiesti e dell'acquisto (o il noleggio) di tutto il necessario per offrire al proprio caro una funzione più o meno sfarzosa e lussuosa.
I costi da coprire includono quelli per:

·         il tipo di sepoltura: tradizionale, cremazione, etc;

·         la cassa: dimensioni, materiale ed eventuali incisioni e lavorazioni;

·         il servizio di vestizione, preparazione e igienizzazione della salma;

·         il servizio di trasporto della salma durante la cerimonia, comprensivo o meno di noleggio auto.

Oltre a questi, bisogna considerare i servizi opzionali e le spese accessorie, che rendono la cerimonia più lussuosa e decisamente più costosa:

la camera ardente;

·         gli allestimenti floreali;

·         i necrologi;

·         le decorazioni della lapide e la sua installazione;

·         il corteo funebre;

·         pranzi o cene con i parenti.

A questo proposito, negli ultimi anni, sono nate compagnie cosiddette outlet dei funerali che offrono pacchetti di funerali low cost con tanto di preventivo online, che però si consiglia di valutare e selezionare con attenzione, vista la delicatezza e l'attenzione necessaria per questo tipo di servizio che, purtroppo, non tutti sono in grado di garantire.

Insomma, le cose a cui si deve pensare sono moltissime e ci vuole poco a far lievitare i costi, che spesso purtroppo gli italiani non riescono a sostenere, ed è a questo punto che si cominciano a prendere in considerazione opzioni che fanno rinunciare ad un funerale lussuoso come si vorrebbe, ripiegando su soluzioni come, per esempio, i funerali sociali.
In molti, invece, pur di organizzare un funerale dignitoso, scelgono di ricorrere a un prestito con possibilità di rateizzazione.

Cosa sono i funerali sociali?In molte città, specialmente al Nord Italia, molti comuni tra cui Padova, Milano, Torino e Verona, hanno stanziato dei fondi per pagare le spese del funerale che, in alcuni casi, arrivano fino a 30 cerimonie finanziate all'anno per una città di 150.000 abitanti. Considerando la quantità di persone bisognose tra clochard, nullatenenti e persone sole, non è difficile comprendere come questi fondi vengano esauriti molto velocemente.Ma non è tutto, alcuni comuni intermediano direttamente con le agenzie funebri per far ottenere uno sconto (fino al 50%) sui costi del funerale per quelle famiglie che non hanno la disponibilità economica per offrire una degna sepoltura al proprio caro scomparso.Il comune di Milano, per esempio, offre la possibilità ai sui abitanti di usufruire di un servizio funebre convenzionato al costo di 1441,01 €, servizio che include solo i servizi fondamentali per un degna sepoltura e solo se si rientra nella casistica predefinita, che include l'essere deceduti e poi seppelliti all'interno del comune di Milano. 
Scegliere la cremazioneMolti pensano che la cremazione possa essere un'alternativa economica alla cerimonia funebre tradizionale, ma purtroppo non è così. Innanzitutto, non sempre è possibile far cremare il corpo dei propri cari poiché devono sussistere delle condizioni imprescindibili tra cui, in primis, l'esplicito desiderio del defunto convalidato da una disposizione testamentaria o una comprovata richiesta ai familiari, anche verbale. A questo, deve seguire un'autorizzazione del comune di residenza del deceduto o del comune in cui è avvenuto il decesso.
Secondo le statistiche, i costi per la cremazione sono in media più alti di una sepoltura tradizionale e poco più bassi rispetto alla tumulazione.
Prezzi medi dei funeraliI prezzi medi 2019 dei funerali con sepoltura o tumulazione nelle principali città italiane, oscillano tra i 2000 e i 15.000 € e dipendono sostanzialmente dall’agenzia funebre a cui si decide di affidare il servizio e dai materiali più o meno di qualità che si scelgono per bara, loculo, cornici ed eventuale iscrizione. Sul sito al link, per esempio, sarà possibile chiedere un preventivo su misura alle agenzie funebri di lastello.it a Roma.Il prezzo di una bara in legno di abete, tra quelle più economiche, si aggira intorno ai 700 €, fino ad arrivare ai 6000 € per bare in rovere o di mogano. 210 € sono necessari per l'allestimento della camera ardente, la concessione trentennale del loculo da pagare al comune varia tra gli 800 e i 2600 €, a seconda della posizione più o meno raggiungibile, 240 € per la vestizione, tra i 200 e i 300 € per gli allestimenti floreali e una cifra compresa tra i 400 e i 700 € per il noleggio dell'auto necessaria al trasporto della salma.Sempre dalle statistiche, emerge ancora come la tumulazione sia scelta nella maggior parte dei casi, seguita dalla sepoltura e poi dalla cremazione. 
Altri articoli di "Redazionali"
Redazionali
13/08/2019
Quando si parla di pietra spaccata non si deve cadere nell'errore di ...
Redazionali
09/08/2019
Appuntamento sabato 10 agosto a partire dalle ...
Redazionali
31/07/2019
La quantità di nuova potenza di energia rinnovabile in tutto il mondo si è ...
Redazionali
30/07/2019
La confusione tra liquori e distillati è un errore diffuso, che possiamo ...
Dopo il caso di Bibbiano, si è acceso un faro sugli affidi in tutta Italia. Abbiamo ascoltato un professore ...
clicca qui