Rimossi i relitti delle barche, la Guardia costiera libera le aree portuali

martedì 6 agosto 2019

L’intervento è avvenuto con l’aiuto di macchine operatrici del Comune di Gallipoli.

Si è conclusa l'operazione di bonifica di alcune aree portuali antistanti il “Castello angioino” e del “Seno del Canneto” della città di Gallipoli. Negli ultimi giorni, infatti, i militari della Capitaneria di porto di Gallipoli, dando continuità alle attività di controllo sul demanio marittimo, coadiuvati da personale specializzato e con l’aiuto di macchine operatrici del Comune di Gallipoli, hanno proceduto al recupero e alla rimozione di tutte quelle unità da diporto e piccola pesca, ormai da tempo, abbandonate sugli “scali d’alaggio”. Un’apposita ditta autorizzata ha poi provveduto allo smaltimento dei rottami. L’operazione è il frutto della sinergica e costante collaborazione tra la Capitaneria di porto ed il Comune di Gallipoli per consentire la libera e sicura fruizione delle aree portuali e di tutelare l'ambiente marino e costiero.

Altri articoli di "Società"
Società
15/09/2019
Sono sei i nuovi parroci nominati ieri dall'arcivescovo di Lecce Michele Seccia. Con ...
Società
14/09/2019
La proposta del consigliere comunale Andrea ...
Società
13/09/2019
Il giudizio sulle istanze dei 55 contribuenti non poteva ...
Società
13/09/2019
Il numero dei volontari è quasi raddoppiato rispetto a quello dello scorso ...
Il Ministero della Sanità, nel 2001, ha istituito un’importante fonte di informazione sanitaria, ...
clicca qui