Distrutti tre proiettili d’artiglieria: erano sul fondale di Porto Cesareo

lunedì 22 luglio 2019

Sono intervenuti i palombari del Gruppo Operativo Subacquei distaccati presso i nuclei sminamento di Taranto.

Tre proiettili di artiglieria neutralizzati a Porto Cesareo. L’intervento nei giorni scorsi da parte del nucleo SDAI di Taranto, su richiesta della Prefettura di Lecce. L’artiglieria aveva un calibro da 75 mm.

Le operazioni si sono svolte grazie all’opera dei palombari del Gruppo Operativo Subacquei (GOS) del Comando Subacquei ed Incursori della Marina Militare (Comsubin), distaccati presso i Nuclei SDAI (Sminamento Difesa Antimezzi Insidiosi) di Taranto.

Nel corso di 7 giorni, in totale, sono stati neutralizzati 50 pericolosi ordigni esplosivi risalenti alla seconda guerra mondiale in diverse altre località. Oltre al Salento anche in Sicilia, a Marinella di Selinute, a Trefontane e a Cassibile e in Sardegna, all'ingresso del porto di Porto Torres.

Tutti gli ordigni che sono stati rinvenuti, ad eccezione di quelli trovati a Cassibile, sono stati distrutti secondo le consolidate procedure tese a preservare l'ecosistema marino in aree di sicurezza individuate dalle locali autorità marittime.

Lo scorso anno i Palombari della Marina Militare hanno recuperato e bonificato oltre 44.000 ordigni esplosivi di origine bellica, mentre dal 1° gennaio 2019 sono già 18.882 i manufatti esplosivi rinvenuti e neutralizzati nei mari, fiumi e laghi italiani, senza contare i 13.961 proiettili di calibro inferiore ai 12,7 mm.

Altri articoli di "Cronaca"
Cronaca
15/09/2019
L’incendio all’interno del deposito, in località Borgo San Nicola. ...
Cronaca
15/09/2019
L'automobilista è stato fermato dai carabinieri e si ...
Cronaca
15/09/2019
 L’incidente è avvenuto poco fa, in via ...
Cronaca
15/09/2019
L’episodio nella notte tra venerdì e sabato: ...
Il Ministero della Sanità, nel 2001, ha istituito un’importante fonte di informazione sanitaria, ...
clicca qui