“Il mare di tutti esiste”: si trova a Lido Coiba a San Foca

mercoledì 10 luglio 2019

Al via la seconda edizione del progetto dedicato alle persone con sclerosi multipla, su spiaggia attrezzata per la fisioterapia in mare.

È partito martedì scorso il progetto denominato “Il mare di tutti” promosso dalla associazione Sunrise di Borgagne, presieduta da Maria De Giovanni. Lido Coiba a San Foca, marina di Melendugno è la location che è stata scelta per la realizzazione dell’evento che è giunto alla sua seconda edizione. Un progetto che è rivolto alle persone affette dalla Sclerosi Multipla, Sla e patologie neurologiche similari. Il nastro inaugurale è stato tagliato da Marisa, una donna con SM che non andava a mare da circa vent’anni, in un turbine di emozioni che si sono incrociate con gli obiettivi posti in essere dalla associazione. Primo far tutti l’inclusione sociale che vede spesso persone abbandonate a loro stesse ma che vorrebbero beneficiare della fisioterapia a mare. Sulla spiaggia vi era tutto lo staff medico, paramedico e tanti volontari. I primi a partecipare sono stati cinque utenti che hanno usufruito di una visita fisiatrica direttamente sulla spiaggia, nell’isola medica. Subito dopo in acqua è cominciata la terapia, una giornata segnata dalle grandi emozioni, poiché quasi tutti i partecipanti da tanto non andavano a mare.

“Sono felice del risultato ottenuto commenta- Maria De Giovanni – il nostro obiettivo è quello di scardinare ogni pregiudizio e avere un mondo libero da tutte le malattie. Ho fortemente voluto questo progetto, per dare una risposta vera e tangibile sul territorio, sono circa cinquanta le persone in lista e la metà arrivano da fuori, cio’ a significare che il Salento è un polmone di aria pura, dove esiste il mare di tutti che dà la possibilità di fare la talassoterapia. Ovviamente daremo la precedenza a tutte quelle situazioni estreme, di persone sole, ma credo che tutti avranno la possibilità di venire al mare di tutti. Non esistono malati di serie A e di serie B, si è tutti uguali, me compresa che da anni affetta dalla sclerosi multipla combatto per la giustizia e i diritti di chi non ha voce, certo un progetto di questa portata è davvero grande, tenuto conto che bisogna organizzare tutto nei minimi dei dettagli”.

La novità targata 2019 è quella di poter usufruire di un pulmino per il trasporto disabili donato dall’International Inner Wheel Tricase-Santa Maria di Leuca, che permetterà di prendere le persone da case e portarle sulla spiaggia, ma non solo.

Il ringraziamento va a : Regione Puglia (Presidenza della Giunta), Provincia di Lecce, Aisla (Associazione italiana sclerosi laterale amiotrofica), International Inner Wheel Club di Tricase - Santa Maria di Leuca, Assotur, Banca Popolare Pugliese, Rimedic , Life,  Banca di credito cooperativo di Terra d’Otranto, Naturali is Better, Agenzia Carofalo  e patrocinio di Commissione Pari opportunità della Provincia di Lecce, Asl Lecce, Ordine dei medici chirurghi e degli odontoiatri della provincia di Lecce, Ordine professioni infermieristiche di Lecce”.

Per partecipare si può chiamare il numero 3272003395, oppure scrivere a sunriseonlus@hotmail.com.

 

 

Altri articoli di "Solidarietà"
Solidarietà
15/07/2019
A distanza di un anno dal malore il chitarrista dei ...
Solidarietà
12/07/2019
C’è necessità al centro trasfusionale di Casarano: il sindaco del ...
Solidarietà
11/07/2019
Chiusura del 5°anno del progetto del vino “democratico”: sale a 26.881 ...
Solidarietà
04/07/2019
Tutti in pigiama, pazienti, genitori, volontari e soci Leo ...
Con il professor Mauro Minelli, fresco di nomina di responsabile per il SUD Italia della Fondazione di Medicina ...
clicca qui