L’assessore furioso davanti ai cassonetti delle marine: “Non si può buttare tutto per strada”

domenica 23 giugno 2019

Paolo Foresio commenta lo spettacolo desolante di San Cataldo dove la pulizia delle case al mare ha creato notevoli accumuli di rifiuti e ingombranti.

Cassonetti strapieni per colpa di chi ripulisce e sistema la casa al mare. È  furioso l’assessore Paolo Foresio di ritorno da una passeggiata a San Cataldo: “Le marine leccesi dovrebbero diventare - e prima o poi lo diventeranno - il fiore all’occhiello della nostra città. Dopo anni e anni di abbandono, purtroppo, è chiarissimo che sviluppando e facendo crescere le marine si creeranno occasioni di lavoro e sviluppo, su questo non ci sono dubbi. Ma attenzione, quel salto di qualità tanto desiderato è sicuramente alla nostra portata e con un lavoro serio si potrà fare. Ma quel salto di qualità il territorio lo farà quando lo faranno principalmente i cittadini che lo abitano. Possiamo criticare il capitolato, ed io sono il primo a farlo, da tempo, ma pulire ed ordinare le proprie case al mare e buttare tutto per strada è davvero inconcepibile, inaccettabile e mi fa incazzare come una bestia. Quale pensiero perverso può portare a simili comportamenti? Bisogna lavorare molto sul recupero di una civiltà essenziale ed indispensabile per pensare in grande e far capire a chi si rende protagonista di episodi del genere che è in netta, nettissima minoranza e non ci farà arretrare di un millimetro”. 

Altri articoli di "Politica"
Politica
18/07/2019
Dopo la sentenza della Consulta i consiglieri hanno ...
Politica
18/07/2019
Scoppia la polemica sulla mancata presenza della ...
Politica
17/07/2019
Applicata la Legge Severino nei confronti del primo ...
Politica
17/07/2019
Dalla consigliera di parità della Regione Puglia partita una diffida al sindaco. ...
Il ginecologo Fabrizio Totaro Aprile, attivo nell’Unità Operativa dell’Ospedale “Vito ...
clicca qui