FdI e Udc Monteroni: "Amministrazione fallimentare, serve progetto alternativo"

domenica 23 giugno 2019

La proposta di un progetto alternativo arriva da due partiti che sono confluiti nel gruppo misto consiliare.

Un progetto alternativo per la politica monteronese, che vive una forte crisi: è la proposta che arriva dal presidente cittadino di Fratelli d’Italia, Diego Mancarella, e dal segretario Udc, Damiano Prete.

“La gente – sottolineano - e? stanca delle chiacchiere, delle angherie, delle ripicche, dei giochi di palazzo. Noi di FdI insieme ad UDC, unico partito con cui condividiamo da 4 anni un percorso politico finalizzato al cambiamento lanciamo un appello a tutti coloro che vogliono ancora una volta credere che una svolta si possa dare, che un progetto alternativo a questa amministrazione fallimentare si possa fare”.

Per Mancarella e Prete, il paese “sta bruscamente rallentando”, per via di “inutili iniziative da parte di politici e partiti, che ignorando le vere esigenze della comunità, rispondono solo alle volontà dei partiti”: “Per ripartire – affermano - bisogna voltare pagina e liberare tutte le energie disponibili, talvolta sommerse, talaltra volutamente soffocate. Occorre mandare in pensione chi ha fallito, chi ha avuto l’opportunità di risolvere i problemi e non l’ha saputo fare”.

Fratelli d'Italia e Udc si dicono liberi da accordi preventivamente presi e lanciano una sfida, ovvero che la politica torni a essere impegno civico, passione, volontà di costruire un modello sociale compatibile con i valori per cui ci si batte.

“Abbiamo dimostrato in questi quattro anni – dichiarano - che il nostro non era un accordo prettamente elettorale ma un vero percorso politico di crescita che tra l'altro ha visto la formazione in Consiglio Comunale del ‘gruppo misto'. Questi alcuni punti che cercheremo di proporre nel prossimo programma: Tutelare l’identità dei nostri centri storici e delle nostre botteghe artigiane. Bisogna studiare un modo per ridurre le imposte per le imprese del territorio. Allo stesso modo ci si deve impegnare ad azzerare, per i primi tre anni di vita, il carico fiscale comunale per ogni nuova impresa che nasce. Fondo di garanzia comunale per l’accesso al credito agevolato per Piccole Medie Imprese, tramite accordi con banche del territorio”.

“A Monteroni – proseguono - il rischio di desertificazione dei negozi e? alto per cui bisognerebbe studiare un modo, oltre ai punti su citati, per far ritornare il paese ad essere un polo attrattivo dal punto di vista del commercio e dell’artigianato cosi? come lo era in passato”.

“Stop – aggiungono - a lavori di manutenzione fatti male o al massimo ribasso o in somma urgenza perche? "la ditta che sbaglia paga e rifà i lavori a spese proprie".

E ancora “favorire la conciliazione lavoro-famiglia e rafforzare il sistema dei nidi e delle scuole materne comunali e convenzionate, prevedendo incentivi per la realizzazione di asili” e “riqualificare un'area industriale totalmente abbandonata a se stessa”: “Il nostro – concludono - sarà un laboratorio di idee e progetti da cui ripartire”.

 

Altri articoli di "Politica"
Politica
12/11/2019
Polemiche per la mancata chiusura delle scuole a ...
Politica
12/11/2019
Centrosinistra apre il percorso delle primarie: tre ...
Politica
11/11/2019
La presidente del consiglio uscente con una lettera al ...
Politica
09/11/2019
Incontro con le associazioni prima del convegno ...
Si possono ottenere grandi risultati (compresa la perdita di peso) con un regime alimentare che prevede la riduzione ...
clicca qui