Inizia l'estate: oggi il solstizio, giorno più lungo dell'anno

venerdì 21 giugno 2019

Il Solstizio d'Estate, un giorno magico a cui sono legati miti e leggende, e che la scienza ha calcolato con assoluta precisione. La sera del 21 sarà anche l'occasione per ammirare Giove che apparirà luminosissimo all'orizzonte.

In astronomia il solstizio d'Estate rappresenta il momento in cui il Sole, durante il suo moto diurno nel cielo durante l'anno, raggiunge il punto di massima o minima altezza sull'orizzonte (declinazione) a seconda che ci si trovi rispettivamente nell'Emisfero boreale o in quello australe. Questo particolare evento astronomico si verifica ogni anno tra il 20 ed il 21 giugno. Tra un solstizio e il successivo non intercorrono, infatti, esattamente 365 giorni, ma poco meno: esattamente 364 giorni 18h 11m 14s. Il solstizio cioè ogni anno anticipa di circa 6 ore, motivo per il quale ogni 4 anni è necessario introdurre un giorno in più alla fine di febbraio con lo scopo di riequilibrare la differenza tra le stagioni ed il calendario. Quest'anno si verificherà quando in Italia saranno le 17:54 di Venerdì 21 Giugno.

Perché il 21 giugno sarà il giorno più lungo dell'anno?

Img1Per capire perché il 21 Giugno sarà il giorno più lungo dell'anno (e la notte più breve) bisogna considerare i due principali moti del nostro pianeta: la Terra compie un giro completo intorno al proprio asse ogni 24 ore (circa), da cui deriva il moto apparente della nostra stella nel cielo e l'alternanza del giorno e della notte (moto di rotazione terrestre). A questo si aggiunge il secondo moto del nostro pianeta, quello orbitale o di rivoluzione, intorno al centro di massa del sistema Terra-Sole e che si compie ogni 365 giorni (circa). Veniamo al dunque: l'asse attorno al quale la Terra ruota ed il piano immaginario sul quale il nostro pianeta si "muove" durante l'anno non formano tra loro un angolo di 90°, ma l'asse stesso è inclinato di 23° e 27' rispetto alla verticale perfetta. Il nostro pianeta appare dunque "inclinato da un lato" nel suo incedere intorno alla nostra stella. Questa inclinazione viene mantenuta sempre parallela a se stessa durante tutto il moto di rivoluzione.

Il risultato di tutto ciò è che un osservatore posto sulla superficie terrestre nell'emisfero boreale vedrà variare la declinazione del Sole nel cielo durante l'anno, da un minimo corrispondente al solstizio invernale ad un massimo, in corrispondenza di quello estivo. A livello planetario, durante il Solstizio estivo, lungo il Tropico del Cancro, a mezzogiorno locale il Sole sarà allo Zenit (e si avranno 12 ore di luce e 12 ore di buio), mentre, superato il Circolo Polare Artico (66°33'39"), il Sole non scenderà mai al di sotto della linea dell'orizzonte per un periodo di tempo più o meno lungo a seconda della latitudine.

Insieme alla lunghezza ed altezza della "traiettoria" descritta dal Sole nel cielo, durante l'anno varieranno anche i punti dai quali si vedrà sorgere e tramontare il Sole.

Poiché il Solstizio estivo ha da sempre rappresentato per l'umanità un momento particolarmente importante e poiché la posizione esatta del Sole nel cielo può essere calcolata con assoluta precisione (il bello della matematica), sono tantissimi nel mondo i monumenti o i luoghi legati a questo giorno particolare.

E durante la notte del Solstizio?

Se il protagonista indiscusso del giorno del Solstizio è il Sole, anche la notte del 21 Giugno, la più corta dell'anno, ci regalerà comunque delle emozioni. Siamo infatti nel periodo migliore per poter osservare il pianeta Giove, che ha da poco superato il punto di opposizione e di minima distanza della Terra e apparirà luminosissimo sopra l'orizzonte di Sud-Est sin dalle prime luci della sera. Dalle 21:30 circa sarà la volta di Saturno: il pianeta dagli anelli si renderà visibile già da quell'ora sorgendo insieme alla costellazione del Sagittario. A far da cornice ai due giganti del Sistema Solare sarà la Via Lattea che solcherà il cielo da est verso ovest e sarà ancor più evidente grazie all'assenza della Luna. Il nostro satellite, infatti, sarà osservabile solo dopo le 23:45, quando sorgerà ad Est, attraversando poi tutta la volta celeste fin oltre il sorgere del Sole.

MeteOne

 
Altri articoli di "Meteo"
Meteo
12/11/2019
Diverso il discorso per la maggior parte degli altri ...
Meteo
12/11/2019
Da questa notte l'ondata di maltempo è entrata nel ...
Meteo
11/11/2019
Decisione già presa a Lecce e in un'altra ...
Meteo
11/11/2019
Da lunedì sera forti temporali con precipitazioni in ...
Si possono ottenere grandi risultati (compresa la perdita di peso) con un regime alimentare che prevede la riduzione ...
clicca qui