Spaccio di cocaina tra Lecce e Surbo: in tre finiscono in manette

giovedì 20 giugno 2019

Arrestati due fratelli leccesi, sorpresi in possesso di droga e armi da guerra, e un 47enne di Surbo, sorpreso con oltre 3mila euro provento dell'attività di spaccio.

Spaccio di cocaina tra Lecce e Surbo, e possesso di armi da guerra. Tre persone sono finite in manette in due diverse operazioni dei carabinieri finalizzate al contrasto allo spaccio di stupefacenti. Nel primo caso sono stati arrestati due fratelli leccesi, David e Maicol Murciano, rispettivamente 28 anni e 34 anni, raggiunti dagli agenti presso la loro abitazione: durante la perquisizione, i carabinieri hanno rinvenuto e sequestrato 24,55 grammi di cocaina e 9 cartucce da guerra di vario genere. Per David Murciano si sono aperte le porte del carcere di Lecce, mentre il fratello è stato sottoposto al regime dei domiciliari.

In una secoda operazione è finito in manette Domenico Vitale, 47enne di Surbo, trovato in possesso di 4 grammi di cocaina, 2,5 grammi di mannite e di quasi 3400 euro, ritenuti verosimilmente provento dell'attività di spaccio. L'uomo è stato sottoposto al regime dei domiciliari. 

Altri articoli di "Cronaca"
Cronaca
18/11/2019
Stretta sui controlli a Surbo: 3 arresti in una ...
Cronaca
18/11/2019
Ad incastrarla i carabinieri che hanno anche appurato ...
Cronaca
17/11/2019
L’incidente sulla provinciale che collega Galatina a ...
Cronaca
17/11/2019
Un balordo, al momento ignoto, nel pomeriggio di ieri si ...
Uno spot della Regione Puglia con Lino Banfi sottolinea il rischio dell’influenza del falsi miti sui vaccini: dal ...
clicca qui