Triplice omicidio di Cursi, l'assassino reo confesso condannato all'ergastolo

mercoledì 19 giugno 2019

È arrivata la sentenza con rito abbreviato ai danni di Roberto Pappadà.

Triplice omicidio di Cursi, arriva la condanna all’ergastolo per Roberto Pappadà, l’assassino reo confesso. L’uomo, autore della strage avvenuta la sera del 28 settembre scorso, in strada, in cui hanno perso la vita tre vicini di casa, è stato condannato con rito abbreviato dal gup Simona Panzera. Accolte le richieste del pubblico ministero Donatella Buffelli.

Pappadà, difeso dall’avvocato Nicola Leo, che si trova recluso nel carcere di Taranto dovrà pagare anche le spese processuali e di mantenimento in carcere, oltre al risarcimento delle parti civili che saranno quantificate in sede civile. La sentenza ha riconosciuto, come detto, il risarcimento del danno in separata sede ai quattro familiari che, parti civili con gli avvocati Arcangelo Corvaglia e Marino Giausa, avevano richiesto 2milioni di euro a testa.

 

L’uomo, lo scorso 28 settembre, aveva deciso di aprire il fuoco con un revolver Smith & Wesson calibro 357 magnum detenuto illegalmente colpendo Andrea Marti, di 36 anni, il padre Francesco Antonio, di 63, e Maria Assunta Quarta, di 55, morta durante il trasporto in ospedale. Fu colpita anche Fernanda Quarta, la madre del 36enne che però riuscì a fuggire.

Altri articoli di "Cronaca"
Cronaca
12/11/2019
Allerta meteo arancione diramata dalla Protezione Civile: ...
Cronaca
12/11/2019
La banda in fuga con un bottino da migliaia di ...
Cronaca
12/11/2019
Polemiche per la mancata chiusura delle scuole a ...
Cronaca
12/11/2019
L'operazione si è conclusa stamattina: nei guai un ...
Si possono ottenere grandi risultati (compresa la perdita di peso) con un regime alimentare che prevede la riduzione ...
clicca qui