Sicurezza delle strade, pulizia e tutela ambientale: la Provincia investe oltre 9 milioni di euro

mercoledì 19 giugno 2019
Messa a nuovo delle strade, pulizia dei rifiuti abbandonati in vista dell'estate.  

La Provincia di Lecce, su impulso del presidente Stefano Minerva investe 9 milioni e 350mila euro per sicurezza stradale, tutela ambientale e decoro urbano.

“Come da linee programmatiche, stiamo proseguendo con l’impegno a rendere le strade provinciali più sicure e scorrevoli, soprattutto in vista del periodo estivo con maggiore intensità di traffico. Ma anche a provvedere allo sfalcio sulle strade e alla rimozione dei rifiuti abbandonati, al fine di garantire maggiore rispetto dell’ambiente e puntare a tutelare anche la bellezza del paesaggio, agli occhi non solo dei cittadini, ma dei visitatori e dei turisti”, commenta il numero uno di Palazzo dei Celestini Stefano Minerva.

A spiegare tecnicamente gli interventi in arrivo è il dirigente provinciale del Servizio Viabilità Dario Corsini: “Stiamo per effettuare l’aggiudicazione definitiva di due progetti per il rifacimento di tappeti stradali per 2 milioni e 400mila euro. Ci sono, poi, due gare in corso di aggiudicazione per pavimentazione bituminosa per un importo complessivo di 3 milioni e 500mila euro. Ancora, quattro progetti di segnaletica orizzontale e verticale per 2 milioni e 800mila euro. Oggi, inoltre, sono stati consegnati i lavori per sfalcio su strade provinciali per 450mila euro e stanno per essere aggiudicati ulteriori 200mila euro per rimozione rifiuti dalle pertinenze delle strade”.

Altri articoli di "Villa Convento"
Villa Convento
30/07/2019
  La polizia provinciale comunica il piano di ...
Villa Convento
01/07/2019
 La polizia provinciale comunica il piano di ...
Villa Convento
28/06/2019
Il ricorso contro le tariffe imposte per il conferimento in ...
Villa Convento
19/06/2019
È partita questa mattina la maturità con gli ...
Dopo il caso di Bibbiano, si è acceso un faro sugli affidi in tutta Italia. Abbiamo ascoltato un professore ...
clicca qui