La lite degenera e prova a colpire il nipote col piccone: 46enne arrestato

martedì 18 giugno 2019

L’uomo in manette per tentato omicidio: la lite scoppiata per futili motivi.

La lite degenera tra zio e nipote, col primo che tenta di colpire con un piccone il secondo. È stato necessario l’intervento dei carabinieri della stazione di San Donaci, per evitare il peggio. Finisce in manette Francesco De Mitri, 46enne del posto, accusato di tentato omicidio.

Tutto è accaduto nel pomeriggio di ieri, quando il 46enne ingaggiava uno scontro col nipote convivente 18enne, con accuse reciproche di fare uso di stupefacenti. Il litigio, però, sarebbe scaturito dal fatto che il nipote aveva chiesto un prestito di 30 euro ai nonni.

Nel corso degli eventi, il nipote sferrava un pugno al volto dello zio, ferendolo a uno zigomo, e nelle fasi concitate, involontariamente colpiva al viso con un forte schiaffo uno dei militari intervenuti, che si era frapposto per separare i contendenti.

A quel punto, il 46enne, col volto insanguinato, si è allontanato e, in preda all’ira, ha iniziato urlare, rientrando con un piccone in mano e dirigendosi verso il nipote che minacciava di morte. L’uomo veniva bloccato da un carabiniere, che ha intimato alla vittima di scappare, riuscendo contemporaneamente a strappare con forza il piccone dalle mani dell’assalitore, gettandolo per strada, sotto una vettura lì parcheggiata.

Il militare precedentemente attinto da uno schiaffo è stato refertato presso l’ospedale Perrino di Brindisi, successivamente dimesso con diagnosi di “trauma cranio-cervicale” e prognosi di 10 giorni s.c.

Termine formalità di rito, il 46enne è finito nel carcere di Brindisi. 
Altri articoli di "Cronaca"
Cronaca
15/07/2019
Dopo tre turni di vantaggio, nel ballottaggio arriva la ...
Cronaca
15/07/2019
Arrestato un 27enne originario del foggiano, fermato ...
Cronaca
15/07/2019
Lo scoppio nel pomeriggio domenicale, nella zona 167 di Nardò. Fortunatamente la ...
Cronaca
15/07/2019
Servizi mirati di controllo per il contrasto del fenomeno ...
Nel reparto di Chirurgia plastica (ma non solo) ogni estate è una lotta per evitare di allungare le liste ...
clicca qui