Aria rovente in risalita dall'Africa: domani la giornata più calda

venerdì 14 giugno 2019

Si ripete ormai da settimane in modo "ossessivo" lo schema barico che vede la continua discesa di aria fredda ad ovest e la risalita, ad est, di aria molto calda dal nord Africa.

In particolare, la situazione attuale vede la presenza di diversi minimi di bassa pressione tra Marocco, nord Algeria e settori meridionali della Spagna, i quali stanno innescando la risalita di una massa d'aria rovente direttamente dal deserto algerino, dove si registrano picchi estremi, fino a 45° presso la stazione di Hassi-Messaoud (Algeria), posta a 142m sul livello del mare.

La lingua rovente raggiungerà la Puglia nel corso della giornata di sabato, anche se in misura nettamente più attenuata.

La giornata odierna sarà caratterizzata da venti settentrionali moderati e, di conseguenza, il Mare Adriatico sarà mosso, soprattutto il Canale d'Otranto.

Venti a regime di brezza, invece, sullo Ionio che, quindi, sarà da poco mosso a calmo (settori settentrionali).

Dal punto di vista delle temperature, continua il riscaldamento dello Ionio, con picchi di quasi 25° presso Marina di Ginosa. Valori in diminuzione man mano che si procede verso sud sino a Punta Ristola: risalendo verso la costa adriatica le temperature calano drasticamente e raggiungono il picco più basso di ben 20.2° in corrispondenza delle Marine di Melendugno (Torre dell'Orso), per poi risalire nuovamente procedendo verso la costa barese. 

Supermeteo

Altri articoli di "Meteo"
Meteo
09/12/2019
 La carta sinottica prevista per le 13 di oggi, ora locale, dal Servizio ...
Meteo
08/12/2019
Domenica mite e ampiamente soleggiata in attesa del nuovo peggioramento all'inizio della ...
Meteo
06/12/2019
Ci attende ancora una giornata uggiosa, con cielo molto nuvoloso e piogge localmente ...
Meteo
05/12/2019
La nuova perturbazione è arrivata al sud determinando un generale peggioramento ...
Insieme al dottor Eugenio Romanello, dermatologo di grande esperienza per le malattie veneree, a Lecce va in pensione ...
clicca qui