Servizi sociosanitari e stranieri: al Crocevia incontro per professionisti del sociale

martedì 11 giugno 2019
Venerdì 14 giugno convegno sul tema della tutela della salute, funzione dei servizi sociali e costruzione del ruolo professionale. 

Si terrà a Lecce, presso il centro multiculturale crocevia, il convegno “Servizi sociosanitari e stranieri. Tutela della salute, funzione dei servizi sociali e costruzione del ruolo professionale". Rivolta ad assistenti sociali, sociologi, mediatori culturali, psicologi e a tutti i professionisti del sociale, la giornata prevede crediti formativi per gli assistenti sociali e si inserisce nell’ambito del progetto FARI, finanziato con Fondi PON Legalità, dal partenariato composto dalle Asl di Taranto, Brindisi e Lecce e dall’associazione Camera a Sud.

Dopo l’introduzione a cura di Chiara Marangio, Referente Area Formazione FARI, e i saluti istituzionali di Stefano Rossi, Direttore Generale ASL Taranto – ente capofila Progetto FARI e di Matteo Pagliara, per l’Associazione Camera a Sud, seguiranno gli interventi di: Katia Lotteria; Cecilia Fazioli - URP – INMP – Roma, Rita Biancheri, Prof. associata Dipartimento di Scienze Politiche dell'Università di Pisa e Giuseppe Luigi Palma, Dirigente Psicologo – Responsabile Servizio Psicologia Ospedaliera P.O. “V. Fazzi” ASL Lecce.

Nell'ottica della promozione di una nuova e più adeguata cultura professionale sensibile ai cambiamenti sociali e dedicata a tutte le categorie di utenti, il convegno intende focalizzarsi sui temi dell'accesso ai servizi sociosanitari da parte dei soggetti stranieri e su quello della tutela del diritto alla salute, guardando al processo di costruzione della funzione dei servizi sociali e della costruzione del ruolo professionale dell’operatore sociale più in generale.

I temi verranno sviluppati in un’ottica multidisciplinare e trasversale a diverse professioni, nell’idea dello sviluppo di una visione complessa del servizio sociale e con l’intenzione di mettere le base per la realizzazione di concrete reti di sostegno e di orientamento per stranieri che riescano a conciliare il lavoro del privato sociale con quello del servizio pubblico e viceversa in uno scambio che garantisca l’accesso ai servizi, la loro comprensione, la loro effettiva operatività.

A partire dallo stato dell'arte dei servizi e delle norme, mediante gli interventi dei relatori e i confronti collettivi, si intende promuovere una metodologia di presa in carico inclusiva, egualitaria e comprensiva della domanda di salute dei soggetti stranieri.


Il progetto F.A.R.I.
Il Progetto Fari, a valere sul Fondo PON Legalità, è realizzato in partenariato
ASL TarantoASL BrindisiAzienda Sanitaria Locale Lecce e associazione Camera A Sud. Prevede azioni mirate di tutela della salute dei richiedenti e titolari di protezione internazionale presenti nel territorio regionale in condizione di vulnerabilità, sviluppando specifici e coerenti programmi di assistenza, consulenza, formazione in itinere e a lungo termine, nonché il rafforzamento delle diverse competenze del sistema sanitario regionale, in particolare nelle tre province di Taranto, Lecce e Brindisi.

Nello specifico il progetto prevede
L’attivazione del servizio di mediazione linguistico culturale presso le tre asl
Un percorso di formazione dedicato al personale medico sanitario
La creazione di un’app utile alla fruizione del servizio socio sanitario

Venerdì 14 giugno, 8.30 / 17.00
Centro multiculturale crocevia

Per info e iscrizione:
associazionecameraasud@gmail.com con oggetto “Iscrizione convegno FARI”
Cell. 3495772577 / 3493407651

Evento gratuito e in fase di accreditamento di CFU presso l’Ordine degli Assistenti Sociali Puglia

Altri articoli di "Società"
Società
24/06/2019
Nuovo sollecito da parte del portavoce del Comitato ...
Società
23/06/2019
Grande gioia il consigliere regionale che nel 2015 perse, in un incidente stradale, la ...
Società
23/06/2019
A partire dalle 18 il laboratorio di tessitura collettiva, ...
Società
20/06/2019
Finanziato il progetto per il Centro per la legalità. Soddisfatto il sindaco ...
Lasciamo i nostri piccoli liberi sulle spiagge, se abbiamo la possibilità di portarli spesso a mare, senza ...
clicca qui