Trovata morta nel letto, dall'autopsia non emergono segni di difesa

mercoledì 5 giugno 2019

L’esito dell’autopsia non ha fatto emergere segni di difesa sul corpo della donna.

Trovata morta nel suo letto: la fine di Marianna Greco, 37enne di Novoli, trovata senza vita il 30 novembre del 2016 con tagli alla gola all’interno della sua abitazione, resta al centro delle cronache, dopo la riapertura del caso su spinta dei familiari che non hanno mai creduto all’ipotesi del suicidio.

Nelle scorse ore, la nuova autopsia disposta sul corpo della donna e compiuta dai medici legali, Roberto Vaglio e Francesco Introna, ha fatto emergere che non esistano tagli o ecchimosi compatibili con un'azione di difesa.

Com’è noto la prima indagine, ora riaperta, era stata archiviata perché la morte era stata attribuita ad un suicidio.

 

Altri articoli di "Cronaca"
Cronaca
19/07/2019
L’incendio nella notte a Lecce in via San Cesario ai ...
Cronaca
19/07/2019
Finisce in carcere un 40enne di Ugento, arrestato per ...
Cronaca
19/07/2019
I tre erano scappati dalla Coin con profumi del valore di ...
Cronaca
19/07/2019
La decisione del Tar di Lecce ripristina l’area ...
Con l’aiuto del dermatologo, dottor Eugenio Romanello, abbiamo fatto chiarezza sulle cure che riguardano ...
clicca qui