Amministrative, elettori alle urne a Lecce e in altri 28 comuni: ecco come si vota

domenica 26 maggio 2019

Dalle 7 alle 23 elettori alle urne per scegliere i nuovi sindaci. Lunedì alle 14 lo spoglio.

3800 comuni italiani al voto per le consultazioni amministrative, oggi, 26 maggio, dalle 7 alle 23. Nel Salento si vota in 29 centri: le sfide più importanti si giocano a Lecce e Copertino. Si vota, inoltre, ad Andrano, Bagnolo del Salento, Botrugno, Campi salentina, Carpignano Salentina, Castrì di Lecce, Corsano, Cursi, Giuggianello, Lequile, Martignano, Miggiano, Minervino di Lecce, Morciano, Muro leccese, Novoli, Palmariggi, Parabita, Seclì, Soleto, Specchia, Sternatia, Supersano, Surano, Tiggiano, Tuglie, Zollino.

L’elezione del sindaco è disciplinata in maniera diversa per i comuni superiori (con più di 15.000 abitanti) e quelli inferiori (con meno di 15000 abitanti). Per i comuni più grandi si adotta un sistema maggioritario uninominale a doppio turno. Viene eletto il candidato sindaco che riceve la maggioranza assoluta dei voti (il 50% più uno). Se nessuno raggiunge la maggioranza si torna al voto dopo due settimane per scegliere, al ballottaggio, tra i due candidati più votati. Nei comuni con meno di 15000 abitanti, invece, non è previsto il ballottaggio. Il sindaco viene eletto al primo turno, scegliendo il candidato più votato.

I seggi nel consiglio comunale sono assegnati attraverso un sistema proporzionale a circoscrizione unica con correzione maggioritaria. Entrano in consiglio solo le liste, o le coalizioni di liste, che hanno ottenuto almeno il 3% dei voti (soglia di sbarramento) e la lista più votata riceve un premio di maggioranza che le assegna il 60% dei seggi.

Ciascun candidato sindaco è collegato a una lista o a una coalizione. Tracciando una x sul simbolo della lista si vota automaticamente il candidato sindaco collegato ma si può scegliere anche di votare solo per il candidato sindaco senza esprimere preferenza per la lista a lui collegata. Al contrario si può scegliere, ma solo nei comuni con più di 15.000 abitanti, il voto disgiunto, barrando un’altra lista.

Gli elettori possono esprimere due preferenze, scrivendo i nomi dei candidati, nel rispetto dell’alternanza di genere (un uomo e una donna). Per votare servono documento d’identità e scheda elettorale.

Lo scrutinio delle elezioni amministrative inizierà lunedì 27 maggio a partire dalle ore 14.00.

 

 

Altri articoli di "Politica"
Politica
17/06/2019
“Le elezioni regionali sono ormai alle porte e ...
Politica
15/06/2019
Il consigliere regionale del M5S ha incontrato una ...
Politica
14/06/2019
Arriva un altro finanziamento da parte della Regione Puglia ...
Politica
13/06/2019
Nell’annosa vicenda di un sito per i rifiuti dell’Aro 6, l’assessore ...
La Lilt nel mese di giugno si concentra su false notizie e luoghi comuni che alimentano allarmismo, oppure false ...
clicca qui