Evade dai domiciliari e appicca il fuoco all'ingresso di un negozio, arrestato

venerdì 24 maggio 2019

Il rogo ha causato danni lievi alla porta d'ingresso dell'esercizio commerciale. 

Evade dagli arresti domiciliari dove era stato confinato per rapina e appicca fuoco all'ingresso di un negozio. E' accaduto nel pomeriggio di ieri a Veglie e il responsabile è stato arrestato dai carabinieri della locale stazione in flagranza di reato. L'uomo, Vito Frisenda di 22 anni, si era allontanato da casa alle 14.30 circa per raggiungere un negozio di abbigliamento in via Dante: una volta sul posto ha cosparso di liquido infiammabile la porta d'ingresso e ha appiccato il fuoco che si è poi auto-estinto poco dopo causando danni di lieve entità non coperti assicurazione.

L'arrestato, al termine delle formalità rito, è stato associato alla casa circondariale di Lecce.

A Nociglia poi è finito in manette Antonio Fedele, 48enne del posto, che dovendo scontare 9 mesi di reclusione per evasione, commessa a Veggiano, nel padovano, quando si trovava in regime di domiciliari. L’uomo sarà ai domiciliari nella propria abitazione. 

Altri articoli di "Cronaca"
Cronaca
20/09/2019
Paura in mattinata a Lecce: è stato necessario ...
Cronaca
20/09/2019
La scoperta questa mattina presto. La bottiglia incendiaria ...
Cronaca
20/09/2019
Intervento della divisione di polizia amministrativa e ...
Cronaca
20/09/2019
Il neo parroco di “Santa Maria della Neve”, don ...
Nell’ospedale pubblico di Lecce si pratica la partoanalgesia (ne abbiamo parlato di recente), ma 35 chilometri ...
clicca qui