Amministrative nel Salento: la carica dei 59 aspiranti ad una fascia da sindaco

domenica 28 aprile 2019

In diversi comuni gli uscenti si fanno da parte, mentre in 4 realtà ci sarà la lista unica: tutti i nomi degli aspiranti sindaci.

Saranno 59 gli aspiranti sindaci dei 28 Comuni salentini, che, a parte Lecce, si presenteranno al voto il prossimo 26 maggio: dopo la corsa contro il tempo per presentare le liste, i giochi sono fatti e ora la parola passa alla campagna elettorale.

Numerosi i sindaci uscenti che provano la riconferma così come sono diversi quelli che hanno deciso di farsi da parte dopo un solo mandato. In quattro comuni (Castrì di Lecce, Giuggianello, Seclì e Sternatia), presentata una sola lista con quorum da superare per l’elezione: a Castrì, Seclì e Sternatia, gli uscenti Andrea De Pascali, Antonio Casarano e Massimo Manera cercheranno in solitaria la riconferma; a Giuggianello, dopo la fine dell’amministrazione di Giuseppe Pesino, il vice Luca Benegiamo prova a dare continuità alla maggioranza uscente.

Il Comune più importante dopo il capoluogo resta senza ombra di dubbio Copertino: i candidati in corsa sono cinque, a partire dalla sindaca uscente di centrosinistra, Sandrina Schito, supportata da 9 liste; il centrodestra (tre liste) schiera Ferdinando Valentino; sei le liste a supporto dell’avvocato Salvatore Sangiorgi; sette quelle che sostengono la candidatura di Vincenzo De Giorgi; infine Cristina Trinchera guida i Cinque Stelle.

Ad Andrano, sarà sfida tra l’uscente Mario Accoto e l’ex primo cittadino Salvatore Musarò; a Bagnolo del Salento, dopo tre mandati consecutivi, non potrà correre per la fascia tricolore Sonia Mariano, che cede idealmente il testimone alla vicesindaco Irene Chilla nel segno della continuità; contro di lei l’ex sindaco Gaetano Leone.

A Botrugno, dopo dieci anni torna candidato sindaco l’ex primo cittadino Silvano Macculi, con Pasquale Barone, che dopo cinque anni alla guida dell’ente, sceglie di riproporsi come semplice consigliere; il gruppo di opposizione schiera Pasquale De Mitri, già vicesindaco dello stesso Macculi.

A Campi Salentina, sfida aperta tra Alfredo Fina e Giuseppe Renis; a Carpignano salentino, Cursi e Palmariggi si ripropongono gli stessi incroci di candidati di cinque anni fa: nel primo caso, il sindaco uscente, Paolo Fiorillo, cerca la riconferma e se la vedrà ancora con l’avvocato Mario Bruno Caputo; stesso scenario a Cursi, dove l’uscente Antonio Melcore dovrà vedersela con Gino Chilla, sconfitto nel 2014; a Palmariggi, si ripropone di nuovo la sfida tra Franco Zezza, sindaco uscente, contro Anna Elisa Stifani, ex prima cittadina.

A Corsano, passo indietro del sindaco uscente Biagio Martella con quattro candidati in corsa: Antonio Orlando per i Cinque Stelle, l’ex sindaco Biagio Raona, Luigi Russo per una lista alternativa di sinistra e Paola Orlando a guida di una civica di centrosinistra.

A Lequile, al termine del quinquennio del sindaco Antonio Caiaffa, ufficiali le candidature di Vincenzo Carlà e Vito Zilli. A Martignano, l’uscente Luciano Aprile se la vedrà con Orazio Corianò, già vicesindaco e assessore nell’ultima amministrazione. A Miggiano, non si ricandida il sindaco uscente Giovanni Damiano: Michele Sperti guiderà il gruppo che raccoglie l’esperienza amministrativa del primo cittadino; se la vedrà con Vito Santo Marzano.

A Minervino di Lecce tre liste: quella del sindaco uscente, Fausto De Giuseppe, che se la vedrà col suo predecessore, Ettore Caroppo, tornato in campo per queste amministrative e che ha ricucito con l’ex assessore Fredy Cursano, e una terza, con capolista Angelo Guglielmo, già candidato alle scorse comunali.

A Morciano, Luca Durante non si ricandida: la sfida sarà tra Carmen Zicchella e Lorenzo Ricchiuti. A Muro Leccese, sarà sfida a tre: il sindaco Antonio Donno cerca la riconferma contro Antonio Russo e Laura Lubelli. A Novoli, corsa a tre con Roberto Nitto, Marco De Luca e Giovanni De Luca.

A Parabita, dopo il ritiro di Marco Cataldo sarà duello tra Stefano Prete e Tizano Laterza. A Soleto, la sfida sarà tra il sindaco uscente, Graziano Vantaggiato, e Remo Cagnazzo. A Specchia, non si ricandida il sindaco Rocco Pagliara: tre i candidati in campo, ovvero Emanuele Giangreco, docente di liceo, Alessandra Martinucci, imprenditrice, e Francesco Biasco, segretario di circolo del Pd e figlio dell’ex sindaco Antonio Biasco.

A Supersano, il sindaco uscente Bruno Corrado se la vedrà con l’avvocato Lucia Brocca. A Surano, non si ricandida il primo cittadino Carlo Giuseppe Galati: sarà il vicesindaco Francesco Rizzo a cercare la continuità contro l’ex sindaco Salvatore Puce. A Tuglie, duello tra il sindaco uscente, Massimo Stamerra, e Alessandra Moscatello. A Tiggiano, al termine dell'amministrazione di Ippazio Morciano, segretario del Pd provinciale, sarà sfida a due tra il 30enne Giacomo Cazzato e Ippazio Simone. A Zollino, non si ricandida il sindaco uscente Antonio Chiga: sfida a due tra Edoardo Calò, consigliere di opposizione uscente che ha già presentato la lista, e Francesco Ferente, ufficiale dell’Aeronautica militare. 

Altri articoli di "Castrì"
Castrì
04/12/2019
Sabato 30 novembre e domenica 1 dicembre 2019 in Piazza Caduti a Castrì di Lecce ...
Castrì
30/11/2019
Sabato 30 novembre e domenica 1 dicembre 2019 in Piazza Caduti a Castri di Lecce si ...
Castrì
28/11/2019
 La polizia provinciale comunica il piano di prevenzione con autovelox, telelaser e ...
Castrì
22/11/2019
Presentate tutte le iniziative nei Comuni per la giornata ...
La ricerca continua a fare enormi passi in avanti per studiare diverse patologie come l’epilessia. La ...
clicca qui