Dopo 17 anni, stop al 1° maggio di Kurumuny: "Il territorio è cambiato, ci fermiamo"

venerdì 26 aprile 2019
Il tradizionale appuntamento del 1° maggio a Kurumuny quest'anno non ci sarà: le dichiarazioni e le soiegazioni degli organizzatori.  

"Quest’anno non organizzeremo la festa del Primo Maggio a Kurumuny. Abbiamo preso questa sofferta decisione e la comunichiamo a quanti in questi anni hanno trascorso la Festa dei lavoratori con noi".
L'annuncio arriva come una doccia fredda per chi, da anni, frequentava le campagne di Kurumuny. Il tradizionale 1° maggio organizzato nelle campagne di Martano (Lecce) dall’omonima casa editrice in collaborazione con l’Associazione Ambrò e con il patrocino del Comune di Martano,  non si farà. A spiegarne le ragioni, gli stessi organizzatori, Luigi e Giovanni Chiriatti: 

"Questo non vuole però essere un addio definitivo, perché per noi il Primo Maggio è il momento più importante dell’anno. Quel momento – in cui tutte le energie, fisiche e intellettuali, sono proiettate verso il raggiungimento di un obiettivo – di massima sensibilità, apertura e dialogo. Per noi il Primo Maggio è ciò che ci permette di andare avanti, di trovare le gratificazioni necessarie e gli stimoli giusti per affrontare un anno di lavoro".

Il grande rito laico che si è rinnovato per diciassette anni "per celebrare l’uomo, il lavoro e il territorio" non si ripeterà dunque. Alla base, considerazioni anche di ordine politico, che spingono ad una pausa di riflessione:
"Per diciassette edizioni abbiamo aperto le porte di casa e abbiamo accolto un numero sempre crescente di amici, compagni, anziani, bambini, donne e uomini, animati dall’idea della lotta, della festa, della condivisione e della multiculturalità. Oggi siamo davanti a un bivio e preferiamo fermarci pur di non snaturare quell’idea e noi stessi. Dopo vent’anni e in un territorio profondamente cambiato, sentiamo l’esigenza di un’altra proposta e ci prendiamo del tempo con l’idea di tornare. Nel frattempo continueremo a godere di tutte le energie, gli scambi, le emozioni di questi vent’anni di vita. Grazie a tutti e viva sempre il Primo Maggio".


Foto di Carlo Elmiro Bevilacqua 
Altri articoli di "Cultura"
Cultura
19/05/2019
Tente le iniziative culturali, artistiche e musicali. Per ...
Cultura
16/05/2019
Domani la visita del ministro e del sottosegretario al ...
Cultura
14/05/2019
Al via una nuova Giornata di Promozione della cultura scientifica dedicate agli studenti ...
Cultura
14/05/2019
Mercoledì 15 maggio alle Officine Cantelmo si fa il ...
Un paziente già operato, se prenota a marzo, nel pubblico deve attendere fino a luglio: eppure la risonanza ...
clicca qui