Lecce-Brescia, pubblico da Europa: 17mila biglietti venduti a 4 giorni dalla sfida

giovedì 25 aprile 2019

Il "Via del Mare", che ha già ufficialmente beneficiato dell'aumento di capienza, ha già battuto il suo record stagionale e viaggia verso quello di categoria.

Non sarà una finalissima, ma poco ci manca. Lecce-Bresciaè appuntamento atteso da tempo, perché domenica sera vedrà opposte due squadre che sin dalle prime giornate di campionato frequentano i quartieri nobili della classifica di Serie B. Per i giallorossi, secondi solo virtualmente vista la gara in più rispetto al Palermo terzo a tre punti, è un appuntamento che non si può proprio sbagliare, mentre hanno meno pressioni le Rondinelle, che in caso di vittoria festeggerebbero la Serie A ma che avrebbero comunque altri match point a disposizione. La necessità di fare risultato è tutta dunque per i ragazzi di mister Liverani, che avranno dunque bisogno di tutta la spinta del caloroso pubblico salentino, il quale sta rispondendo alla grande.

Già nella giornata di ieri, la seconda di prevendita, il dato dei biglietti venduti aveva superato i 15mila, e oggi in mezza giornata sono andati polverizzati oltre mille ulteriori tagliandi. Numeri impressionanti se si considera che al fischio d’inizio della supersfida mancano ancora più di quattro giorni, con la quantità di ticket emessi destinata dunque a salire ulteriormente. Al momento è già stato polverizzato il record stagionale di presenze al Via del Mare, ovvero i 13mila di Lecce-Pescara, e si punta dritti al record di categoria che appartiene attualmente a Palermo-Brescia con 22mila spettatori.

Altri articoli di "Calcio"
Calcio
23/05/2019
Nuovo colpo di scena nell’intricata stagione della ...
Calcio
20/05/2019
Il presidente del Lecce ha risposto ai microfoni di Radio 1.   De Rossi a ...
Calcio
17/05/2019
Parla anche il tecnico Liverani: “Per noi ...
Calcio
14/05/2019
La promozione del Lecce in Serie A diventa argomento del ...
Un paziente già operato, se prenota a marzo, nel pubblico deve attendere fino a luglio: eppure la risonanza ...
clicca qui